L’attività di regolamentazione è emersa a molti livelli nelle criptovalute quest’anno. Le agenzie governative hanno fornito chiarezza e eseguito l’applicazione e discusso di nuove azioni. Secondo Seamus Donoghue, vicepresidente delle vendite e sviluppo aziendale di METACO, tale regolamentazione ha avuto un ampio impatto sul settore, in parte influenzando i grandi attori che entrano nel settore.

“Le barriere normative per le istituzioni sono diminuite a livello globale nel 2020 e prevediamo che continuerà nel 2021”, ha detto Donoghue a Cointelegraph. Nel 2020, lo spazio crittografico ha accolto una tendenza in via di sviluppo di colosso mainstream giganti finanziari che acquistano Bitcoin (BTC). MicroStrategy, MassMutual e Square servono solo come tre esempi.

Alcune azioni normative, tuttavia, rappresentano una minaccia per il settore. Uno pettegolezzo include che il Segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin potrebbe essenzialmente mettere un divieto o un requisito di tracciamento sui portafogli crittografici auto-custoditi in uscita dall’incarico alla fine dell’anno.

“Ci sono state preoccupazioni circa le nuove pesanti regole dell’ultimo minuto dalla partenza del Tesoro di Mnuchin e l’atto STABLE recentemente annunciato sembra mancare l’intera proposta di valore che la finanza decentralizzata può offrire ai non bancari”, ha detto Donoghue. “Queste” nuvole scure “normative rimangono preoccupazioni a breve termine”.

Alcune settimane fa, una bozza legislativa che richiede la regolamentazione delle stablecoin proveniva dal rappresentante degli Stati Uniti Rashida Tlaib. Il nuovo disegno di legge, chiamato STABLE Act, rafforzerebbe significativamente le aspettative legali per le entità che offrono stablecoin o servizi correlati. L’attuale panorama crittografico è ben lontano dai primi giorni del selvaggio West del settore.

“Abbiamo superato chiedendoci quando sarebbero arrivate le eventuali normative crittografiche”, ha detto a Cointelegraph Erick Pinos, responsabile dell’ecosistema ontologico per le Americhe, citando successivamente Stablecoin Tethering and Bank Licensing Enforcement, o STABLE, Act. Pinos ha anche notato le voci sulla regolamentazione del portafoglio crittografico di Mnuchin, aggiungendo:

“Queste politiche rappresenterebbero un passo indietro per l’adozione della criptovaluta ed è più importante che mai per la comunità crittografica educare in modo proattivo i responsabili politici in modo che vengano introdotte norme migliori per mantenere le persone al sicuro senza soffocare il progresso tecnologico”.

Mettere restrizioni ai portafogli crittografici va contro alcuni dei valori più importanti del settore, come la capacità degli utenti di farlo controllare i propri fondi lontano dalla centralizzazione.