Il dramma sopra presunto frode che coinvolge i dirigenti senior di Bithumb continua mentre il presidente della compagnia sarebbe stato convocato per un interrogatorio.

L’agenzia di polizia metropolitana di Seoul sta presumibilmente cercando di interrogare Lee Jung-hoon, presidente del consiglio di Bithumb Korea e Bithumb Holdings, secondo un comunicato del 18 settembre. rapporto dall’agenzia di stampa statale della Corea del Sud Yonhap.

Come riportato, Lee è presumibilmente accusato di molteplici reati di frode e appropriazione indebita riguardo alla mancata quotazione del token BXA. La presunta frode ha causato danni agli investitori fino a 30 miliardi di won (25 milioni di dollari), osserva il rapporto. Secondo quanto riferito, la polizia sta anche cercando di interrogare Lee sulla presunta appropriazione indebita dei fondi degli investitori in acquisti di proprietà all’estero o investimenti offshore.

Secondo Yonhap, Kim Byung-gun, un altro presidente di Bithumb, è accusato di essere coinvolto nella frode BXA insieme a Lee. Tuttavia, la polizia non ha ancora avviato un’indagine contro Kim.

L’ultima notizia arriva poco dopo Secondo quanto riferito, la polizia di Seoul è stata sequestrata un certo numero di azioni di Bithumb Holdings appartenenti a Lee. L’esecutore secondo quanto riferito, non è riuscito ad acquisire Bithumb, ed è stato citato in giudizio nel processo.

Come riportato da Cointelegraph, la polizia locale ha condotto due raid negli uffici di Bithumb in relazione alla presunta frode a settembre.

Bithumb non ha risposto a nessuna delle richieste di commento di Cointelegraph.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here