In attesa dell’approvazione parlamentare in Spagna, un nuovo progetto di legge intende eliminare come prima cosa i rapporti fiscali illegali segnalato dalla filiale spagnola di Cointelegraph. Ciò potrebbe significare transazioni commerciali più piccole e reportistica cripto-asset obbligatoria, anche per le attività detenute o negoziate a livello internazionale.

Il 13 ottobre il “Progetto di legge sulle misure per prevenire e combattere la frode fiscale” ha ricevuto il via libera dal Consiglio dei ministri spagnolo, l’ente di governo centrale della Spagna. riunione dal ministro delle finanze del paese, María Jesús Montero.

Quando la criptovaluta ha iniziato a prendere più sotto i riflettori globali nel 2017, alcuni paesi hanno iniziato a intensificare le loro misure di overwatch fiscale nel tentativo di compensare la loro quota di eventuali profitti rilevanti realizzati tramite l’industria. La nuova bozza della legge spagnola richiede ai cittadini della nazione di segnalare qualsiasi utilizzo o possesso di risorse digitali, anche se tale utilizzo include beni detenuti o negoziati al di fuori della Spagna.

Il disegno di legge vieta anche tutte le transazioni commerciali in contanti superiori a 1.000 euro, in calo rispetto al precedente limite di 2.500 euro. Quest’ultimo importo rimane in vigore per le transazioni non commerciali tra persone, tuttavia, come riportato in dettaglio da Cointelegraph. Qualsiasi pagamento correlato alle imprese superiore a 1000 euro deve essere effettuato in formato elettronico, aumentando apparentemente la sorveglianza dei residenti in Spagna. Se le valute digitali della banca centrale entrassero in gioco, il monitoraggio finanziario potrebbe diventare ancora più facile per i paesi, dare ai cittadini meno privacy e libertà.

Uno sforzo recente ha portato a 350 dipendenti del governo del paese ricevere 1 euro di criptovaluta. Questa piccola somma è stata inviata a ciascun membro del Congresso dei Deputati del paese nel tentativo di istruirli su questa tecnologia emergente.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here