Dow Jones Industrial Average, Congresso, Federal Reserve, Richieste di disoccupazione – Punti di discussione:

  • Il paradiso Dollaro statunitense e Yen giapponese ha continuato a registrare un rialzo durante il commercio Asia-Pacifico.
  • Le richieste della Federal Reserve per ulteriori stimoli fiscali potrebbero pesare sui mercati azionari statunitensi.
  • Dow Jones osservando un’inversione più alta mentre ritaglia un modello Falling Wedge sopra il supporto della media mobile chiave.

Riepilogo Asia-Pacifico

Il paradiso associato Dollaro Americano e lo yen giapponese ha continuato a salire più in alto rispetto alle loro controparti principali poiché le richieste di stimoli fiscali aggiuntivi da parte di diversi membri della Federal Reserve hanno spaventato in particolare i partecipanti al mercato.

Le azioni asiatiche sono crollate, con l’australiano ASX 200 in calo dello 0,83% e del Giappone Nikkei 225 indice scorrevole 1,17%. Argento è crollato di oltre il 4% ai minimi da più mesi e oro è sceso sotto il segno di $ 1,850 / oz.

Sorprendentemente, prezzi del petrolio greggio spinto leggermente più in alto nonostante la notevole mancanza di appetito per il rischio.

Guardando al futuro, il rilascio iniziale delle richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti per la settimana terminata il 19 settembre potrebbe dimostrare che il mercato si sta muovendo insieme alle nuove vendite di case per il mese di agosto.

Calendario economico DailyFX

Aumentare la fiducia nel trading

Aumentare la fiducia nel trading

Consigliato da Daniel Moss

Aumentare la fiducia nel trading

Lo stimolo fiscale sbiadito spera di diminuire l’appetito per il rischio

I dati sulle richieste di sussidio di disoccupazione migliori del previsto potrebbero mitigare le vendite registrate nei mercati azionari statunitensi, a causa della mancanza di progressi Negoziati di stimolo del Congresso rende altamente improbabile che prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre venga assicurato un pacchetto globale di stimoli fiscali.

Con il Congresso che ora sta spostando l’attenzione sulla sostituzione del defunto giudice della Corte Suprema Ruth Bader Ginsburg e a meno di 6 settimane dalle elezioni generali statunitensi, diversi membri della Federal Reserve hanno intensificato le loro richieste per la fornitura di ulteriori stimoli fiscali per sostenere la nascente ripresa economica della nazione.

Il presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic ha dichiarato di essere “fiducioso che i responsabili politici a Washington così come a livello statale trovino modi creativi per ottenere quel sostegno là fuori”, aggiungendo che “con il sollievo che sta finendo c’è una possibilità piuttosto significativa che alcuni dei l’interruzione temporanea e la dislocazione possono diventare permanenti ”.

Reclami di disoccupazione negli Stati Uniti in media di 4 settimane

La media industriale Dow Jones osserva 200-DMA mentre l'appetito al rischio diminuisce

Fonte – Economia commerciale

I commenti di Bostic hanno rafforzato il vicepresidente Richard ClaridaL’opinione che, sebbene “l’economia si stia riprendendo in modo robusto, siamo ancora in un buco profondo” e che “a lungo termine, gli Stati Uniti debbano tornare su un percorso fiscale sostenibile, ma non si vuole avviarlo nel mezzo della peggiore crisi economica degli ultimi 90 anni ”.

Dato che le richieste di sussidio di disoccupazione iniziali e continue rimangono a livelli superiori a tre volte superiore rispetto al picco registrato durante la crisi finanziaria globale del 2008 e all’aumento dei sussidi di disoccupazione scaduti alla fine di luglio, l’assenza di stimoli fiscali tanto necessari potrebbe continuare a promuovere la volatilità e l’avversione al rischio nel breve termine.

Detto questo, dati positivi sull’occupazione potrebbero placare le preoccupazioni degli investitori e consentire agli indici azionari di riferimento statunitensi di recuperare terreno nel frattempo perduto, con qualsiasi forma di progresso nelle negoziazioni di stimolo probabilmente alla base di attività sensibili al rischio.

Grafico giornaliero medio industriale del Dow Jones – Il cuneo in calo potrebbe ispirare gli acquirenti

La media industriale Dow Jones osserva 200-DMA mentre l'appetito al rischio diminuisce

Grafico giornaliero DJIA creato utilizzando TradingView

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) potrebbe tornare al rialzo nei prossimi giorni nonostante sia sceso di oltre l’8% dal massimo di settembre (29193,6), ai livelli più bassi dall’inizio di agosto, poiché il prezzo si ritaglia un rialzo Cuneo cadente pattern appena al di sopra della media mobile a 200 giorni che definisce il sentiment (26270).

Sebbene il volume abbia confermato il crollo iniziale fino al 50-DMA che definisce il sentiment (27568,6), è notevolmente svanito negli ultimi giorni, il che implica che la capitolazione del Dow Jones dal massimo post-crisi (29193,6) potrebbe esaurirsi.

Inoltre, l’RSI sembra deviare dal territorio di ipervenduto, il che potrebbe essere indicativo di uno slancio rialzista in aumento e potrebbe incoraggiare gli aspiranti acquirenti, se il supporto al 200-DMA rimane intatto.

Con questo in mente, una chiusura giornaliera sopra la resistenza di Falling Wedge e il massimo di luglio (27187,5) potrebbe segnalare la ripresa del trend rialzista che si estende dalla stasi di marzo e aprire un percorso per il prezzo per ripetere il test del massimo record (29595,3) stabilito a febbraio.

Grafico Dow Jones della media industriale a 4 ore: inversione del doppio fondo in corso?

La media industriale Dow Jones osserva 200-DMA mentre l'appetito al rischio diminuisce

Grafico a 4 ore DJIA creato utilizzando TradingView

Lo zoom in un grafico a 4 ore rafforza la prospettiva rialzista rappresentata nel periodo di tempo giornaliero, poiché il Dow Jones si mantiene sopra il supporto allo swing-high del 16 giugno (26787,4) e forma un potenziale Doppio fondo pattern di inversione entro i confini di un pattern rialzista Falling Wedge.

Inoltre, rialzista RSI la divergenza suggerisce che una spinta indietro verso il massimo di luglio (27187,5) potrebbe essere imminente, se il supporto a livello 26700 soffocasse con successo la pressione di vendita.

Una chiusura al di sopra del 21-MA (27230) genererebbe probabilmente una spinta più sostenuta verso la soglia di 27500, con una rottura sopra il massimo di giugno (27638,6) necessario per convalidare il potenziale rialzista e riportare il massimo post-crisi (29193,6) messa a fuoco.

Al contrario, una rottura e una chiusura al di sotto dello swing-high del 16 giugno (26787,4) potrebbe vedere il Dow Jones continuare la sua discesa verso il basso, con un supporto psicologico a livello 26400 che potenzialmente funge da ultima linea di difesa per i tori del DJIA.



dei clienti lo sono netto lungo.



dei clienti lo sono corto netto.

Cambiare in

Longs

Pantaloncini

CIAO

Quotidiano 16% -11% 2%
settimanalmente 30% -19% 2%

– Scritto da Daniel Moss, analista per DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da Daniel Moss

Migliora il tuo trading con IG Client Sentiment Data

https://www.dailyfx.com/forex/fundamental/daily_briefing/session_briefing/euro_open/2020/09/02/US-Dollar-Outlook-Congress-Stimulus-Bill-Impasse-May-Fuel-USD-Recovery.html? ref-autore = Moss





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here