Un nuovo studio della società di mining di criptovalute Genesis Mining suggerisce che la maggior parte dei cittadini statunitensi è contraria all’introduzione di un file Valuta digitale della banca centrale. UN sondaggio condotto da Genesis mining ha scoperto che dei 400 partecipanti, meno del 25% ha accettato la proposta che il governo dovrebbe abbandonare la carta moneta a favore di un dollaro digitale, mentre più della metà si è opposta.

Tuttavia, il numero di sostenitori del CBDC è quasi raddoppiato in 12 mesi, con solo il 13% degli intervistati a favore di un dollaro digitale quando gli è stato chiesto nel 2019.

Mentre oltre l’85% degli intervistati ha espresso familiarità con le risorse crittografiche, molti associano le valute virtuali ad attività criminali, contribuendo probabilmente allo scarso sostegno popolare per CBDC.

Il sondaggio è stato pubblicato la stessa settimana in cui il presidente della Cleveland Federal Reserve Loretta Mester ha rivelato che la Fed ha intrapreso ricerche approfondite sul rischi e benefici della CBDC durante la pandemia COVID-19.

Il rapporto ha anche identificato una scarsa alfabetizzazione monetaria tra il pubblico in generale, scoprendo che il 38% degli intervistati credeva che il dollaro USA fosse sostenuto da oro, obbligazioni o petrolio, mentre un ulteriore 13% semplicemente non lo sapeva. Nonostante abbia mostrato disinteresse per la politica monetaria, l’inflazione è stata identificata come una questione critica dall’88% degli intervistati.

Ad agosto, la Bank of Canada ha pubblicato uno studio che ha rilevato che l’alfabetizzazione finanziaria è positivamente associata alla consapevolezza delle criptovalute, ma negativamente associata alla proprietà. Il rapporto lo ha scoperto Gli intervistati altamente esperti di finanza avevano la metà delle probabilità di possedere criptovalute rispetto al pubblico in generale.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here