La Federal Reserve degli Stati Uniti sta ancora pubblicizzando involontariamente Bitcoin, poiché il presidente Jerome Powell sostiene la necessità di stampare più denaro.

In un tweet del 6 novembre, Tyler Winklevoss, co-fondatore dello scambio di criptovalute Gemini, disse che l’ultimo discorso di Powell questa settimana è stato “codice per comprare Bitcoin”.

Powell: il Congresso dovrebbe accettare più stimoli

Powell stava parlando a una conferenza stampa, che ha fatto seguito alla riunione del 5 novembre della Fed sullo stato dell’economia e le misure future.

Come prima, ha ribadito che la banca centrale non ha esaurito la sua gamma di strumenti per sostenere l’economia. Finora questi hanno incluso pesanti interventi sui mercati azionari, misure di stimolo finanziario e pagamenti diretti agli americani.

“Vorrei solo dire che penso che avremo una ripresa più forte se solo possiamo ottenere un po ‘più di sostegno fiscale, quando è appropriato … le dimensioni che il Congresso ritiene siano appropriate”, ha detto, citato di Reuters.

I sostenitori di Bitcoin hanno da tempo messo in guardia sull’impatto a lungo termine dell’ingerenza a breve termine nell’economia da parte delle banche centrali, rappresentata dall’enorme aumento del debito pubblico registrato negli Stati Uniti e altrove nel 2020.

Il bilancio della Fed si fermò a 7,14 trilioni di dollari venerdì, vicino ai massimi storici. Il debito nazionale degli Stati Uniti ha ha superato $ 27,2 trilioni, una figura mai vista prima nella storia.

Bilancio della Fed dal 2007. Fonte: Federal Reserve

“Praticamente nessun BTC rimasto in vendita”

In quella che questa settimana alcuni hanno descritto come una chiara dimostrazione della semplice offerta e domanda al lavoro, Bitcoin – con la sua offerta fissa – ha continuato a salire mentre Powell pronunciava il suo discorso.

La più grande criptovaluta ha guadagnato oltre il 15% dall’inizio della settimana, raggiungendo livelli mai visti dalla fine del 2017.