Poiché la maggior parte dei token correlati alla DeFi continua a battere un ritiro dai loro picchi quest’anno, gli esperti del settore hanno valutato se la bolla della finanza decentralizzata sia scoppiata o se risorgerà dalle ceneri.

I progetti di alta qualità come Chainlink, Aave e Synthetix sono diminuiti della metà dai loro massimi storici, mentre alcuni dei protocolli di clonazione sono diminuiti del 95% o più.

Ci sono anche segnali che alcune garanzie crittografiche stanno iniziando a essere liquidate e ritirate dai protocolli DeFi mentre i rendimenti a due cifre iniziano a diminuire. Il valore totale bloccato su tutte le piattaforme è diminuito del 9,3% dal suo massimo storico a fine settembre secondo DeFi Pulse.

Il co-fondatore di Cosmos, Ethan Buchman, ha affermato che la DeFi è un enorme passo avanti per la democratizzazione dell’accesso ai prodotti finanziari, ma ha aggiunto che la maggior parte dei protocolli comporta un rischio considerevole che non è sempre ovvio.

I contratti intelligenti non certificati e compromessi sono in cima a quella lista di rischio e quest’anno ci sono stati diversi exploit. Inoltre ci sono stati prestiti flash e attacchi di arbitraggio che hanno portato alla perdita di fondi. Diverse piattaforme DeFi sono state colpite tra cui bZx, Yam Finance, Bancor, dForce, Balancer e più recentemente Soft Yearn.

Nicholas Pelecanos, responsabile del trading presso NEM, ha fatto riferimento al bug di Yam Finance e ai suoi successivo crollo a riprova che la DeFi è ancora agli inizi, con infrastrutture e processi ancora in fase sperimentale. Ha aggiunto:

“La DeFi è attualmente sul filo del rasoio in termini di capacità di gestire il capitale e potrebbe facilmente cadere in una bolla”.

Anche i progetti truffaldini e gli schemi di pump and dump, o “rug pull”, come vengono definiti nel settore, sono diventati comuni nel bel mezzo dell’hype DeFi. Ci sono stati diversi esempi di prezzi simbolici che vengono pompati solo per essere scaricati poche ore dopo.

Il famoso analista di criptovalute, Josh Rager, ha recentemente riferito di quanto aveva perso in un tiro al tappeto DeFi:

Il salto di rendimento è un altro aspetto che suggerisce che la sfera emergente della DeFi è costruita per la velocità e non per la sostenibilità. Sembra che lo stesso materiale collaterale venga spostato da protocollo a protocollo mentre i coltivatori di rendimento, o “degens” come vengono definiti nel settore, inseguono l’ultimo gettone di cibo DeFi caldo.

Ciò è stato chiaramente evidente con il boom di SushiSwap, che ha deliberatamente attirato liquidità da Uniswap, per poi perdere di nuovo tutto quando quest’ultimo ha lanciato i propri token UNI e pool di liquidità. Il token UNI stesso è ora più del 60% in meno rispetto ai suoi massimi.

Il CEO di Blockdaemon, Konstantin Richter, ha paragonato il boom della DeFi alla bolla ICO;

“Il riciclaggio del denaro e la leva finanziaria che creano pompe folli apparentemente dal nulla fanno certamente rima con ciò che abbiamo visto nel 2017”.

Ha aggiunto che le massicce cifre APY del 1000% o più per l’agricoltura di rendimento sono insostenibili, il che significa che la maggior parte di questi esperimenti rischia di fallire. Tuttavia, ha detto che quelli che sopravvivono hanno una reale possibilità di essere il futuro della finanza.

In un panel al LA Blockchain Summit di questa settimana, il CEO di FTX Sam Bankman-Fried ha suggerito che il boom dei volumi DEX, che ha visto anche Uniswap superare Coinbase il mese scorso, non è sostenibile. Ha detto che non appena gli incentivi fuori misura per l’utilizzo di DEX non detentivi diminuiranno, lo sarà anche il volume. Con questo si riferisce alle opportunità di agricoltura di rendimento e ai meccanismi di distribuzione dei token di governance.

Jason Wu, CEO e co-fondatore di Definer.org, ha affermato che il mercato è più maturo ora che durante il boom delle ICO e il futuro del settore sarà ampiamente influenzato dall’introduzione di ETH 2.0e un modo regolamentato per portare la DeFi nel mainstream. Ha concluso;

“Con l’afflusso di capitali nello spazio DeFi, i progetti stanno sviluppando più applicazioni per la prossima generazione di reti finanziarie. La mania DeFi che vediamo nel mercato in questo momento sta quindi aiutando la nostra missione di trasformare il mondo del denaro “.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here