Questa settimana non si sono verificati momenti degni di euforia: l’ecosistema si sta ancora raffreddando.

Penso che il segno più importante di ciò sia il volume degli scambi di Uniswap. Dopo aver raggiunto un picco di poco meno di $ 1 miliardo di volume giornaliero all’inizio di settembre, quei numeri si sono costantemente sgonfiati.

Per gentile concessione di Uniswap’s sleek pannello di controllo.

Ma nonostante la tendenza al ribasso, penso che anche il livello attuale sia ancora ben oltre la più sfrenata immaginazione di un fan della DeFi nel 2019. Per riferimento, quelle cifre sono all’incirca alla pari con Bitstamp o Bitfinex (anche se mentre scrivo questo, il loro volume sembra avere salito alle stelle con le notizie di PayPal).

Questa analisi di a indagine sugli operatori di scambio centralizzato catturato la mia attenzione però. Cosa loro dire è che non temono la DeFi, ma l’autore dell’articolo postula che le loro azioni tradiscono le loro vere convinzioni. Data la pletora di piattaforme “CeDeFi”, possiamo sicuramente vedere un certo grado di cooptazione effettuata da potenti scambi.

Quindi i rappresentanti del CeFi dovrebbero avere paura della DeFi?

Beh, penso che dovrebbero essere preoccupati ma non spaventati. La DeFi così come esiste ora in molti modi ripete ciò che questi scambi già fanno. Uniswap è ovvio, ma poi hai cose come Compound e Aave che vengono utilizzate principalmente, come io e molti altri crediamo, per il trading con leva.

Questo è tutto ciò che puoi fare con un prestito sovra-garantito garantito da un bene effimero (al contrario di una casa o di un’auto). Forse alcune ricche cripto balene potrebbero utilizzare questi prestiti per un uso più efficiente dal punto di vista fiscale del loro denaro senza perdere la loro posizione crittografica, ma anche questa è ancora una forma di leva finanziaria: perdi di più quando scende rispetto alla vendita della porzione di cui hai bisogno pagare le spese.

E, naturalmente, puoi fare tutte queste cose con CeFi, è solo che potresti dover passare attraverso il fastidioso KYC per farlo. Quindi, in questo senso, DeFi avrà sempre un vantaggio: è un’esperienza utente più immediata e non censurabile, a condizione che tu abbia impostato il tuo portafoglio.

Ci sono anche problemi relativi alla progettazione fondamentale. AMM come Uniswap o Curve non sostituiranno mai realmente gli scambi di book di negoziazione perché non possono valutare le cose “correttamente” da soli. Ovviamente, lo scambio del libro degli ordini non deve essere centralizzato, ma siamo ancora un po ‘lontani dall’adozione di massa di piattaforme come Serum o Loopring.

Ho parlato di questo in modo approfondito nella mia funzione sui DEX, e condivido il giudizio complessivo espresso da Matthew Finestone di Loopring: gli scambi centralizzati rimarranno sicuramente per chi volere regolamentazione completa, ad esempio istituzioni, oltre a come gateway per fiat.

Un tale scenario lascia una fetta considerevole della torta per le sedi centralizzate.

Uniswap governance epic fail

Il voto sulla governance guidato dal Dharma per ridurre il quorum di voto su Uniswap è fallito … perché non ha raggiunto il quorum.

La cosa più strana di questa storia è che qualsiasi persona ragionevole la guarderebbe e direbbe: “ma ha raggiunto il quorum!”

Il conteggio finale è di 39.596.759 UNI contro 696.857 UNI contro, che si sommano a poco più dei 40 milioni richiesti. Tranne che Uniswap (e Compound) per qualche motivo considera il “quorum” come “quante persone hanno votato sì”. La definizione generalmente accettata prende in considerazione tutti i voti, indipendentemente dal modo in cui sono stati espressi.

Allora perché si è verificato questo fallimento? È una coincidenza che il voto sarebbe passato sotto la definizione standard di quorum?

Ho forti dubbi al riguardo. Anche alcuni in Comunità suggeriscono che le persone pensavano davvero che sarebbe passato. La logica è che una volta raggiunta la soglia non ha senso aggiungere più voti poiché costa benzina e lavorare per radunare gli elettori.

Forse il voto è stato davvero sbalordito perché non è riuscito a raccogliere il sostegno della comunità di cui aveva bisogno.

Ma non sarei sorpreso di apprendere che qualcuno al Dharma ha appena sbagliato tutto.