Storicamente, un dollaro degli Stati Uniti più debole porta alla forza su altre attività “rifugio sicuro”. Analizzando il correlazione, tale slancio e conclusione possono essere tratte anche con Bitcoin (BTC) e USD.

Bitcoin ha guadagnato nel 2020 poiché l’indice di valuta del dollaro statunitense (DXY) ha avuto un anno difficile. Ma questo slancio continuerà nei prossimi mesi? Diamo uno sguardo più da vicino ai grafici.

Bitcoin deve mantenere il livello di supporto di $ 11.000 per evitare un gap test CME a $ 9.600

Grafico a 1 giorno BTC / USD.  Fonte: TradingView

Grafico a 1 giorno BTC / USD. Fonte: TradingView

Il triangolo si è spezzato verso l’alto mentre la maggior parte dei mercati attendeva il culmine, provocando un rally verso $ 11.700 e la svolta della cruciale zona di resistenza $ 11.000-11.200.

Tuttavia, per sostenere lo slancio rialzista, il supporto deve rimanere in quest’area di $ 11.000-11.200 affinché si verifichi un test dell’area di resistenza di $ 12.000.

Grafico a 1 settimana di BTC / USD.  Fonte: TradingView

Grafico a 1 settimana di BTC / USD. Fonte: TradingView

Il grafico settimanale di Bitcoin mostra l’importanza del livello di resistenza di $ 12.000. Dall’inizio del mercato orso, l’area di $ 12.000 è stata un grosso ostacolo.

Questa barriera cruciale ha portato a più test di questa zona. Tuttavia, una svolta non è ancora avvenuta. Ma il consenso generale è che più spesso un livello viene testato, più diventa debole.

Ad esempio, l’argento ha impiegato quasi sette anni per sfondare la resistenza di $ 18.

Grafico a 1 settimana d'argento.  Fonte: TradingView

Grafico a 1 settimana d’argento. Fonte: TradingView

Questo breakout ha richiesto molto tempo, poiché il prezzo dell’argento è stato costantemente rifiutato alla barriera di $ 18. Tuttavia, la svolta del livello di $ 18 ha portato a una mossa massiccia con il rally che continua verso $ 30, un aumento del 60% dal breakout.

Ma anche se non è molto per gli appassionati dei mercati delle criptovalute, è una mossa importante per i mercati delle materie prime. Pertanto, un superamento della barriera di $ 12.000 dovrebbe comportare una mossa massiccia per Bitcoin, così come il primo grande ostacolo si trova tra $ 16,500-17,500.

Una tale mossa si tradurrebbe anche in quasi il 50%.

Un dollaro più debole si adatterebbe bene a Bitcoin

Grafici a 1 giorno DXY vs BTC / USD.  Fonte: TradingView

Grafici a 1 giorno DXY vs BTC / USD. Fonte: TradingView

Negli ultimi mesi, l’Indice di valuta del dollaro statunitense è stato al centro di molte discussioni sui movimenti di Bitcoin.

Abbastanza chiaro, loro ti muovi in ​​modi opposti l’uno dall’altro, portando alla conclusione che un dollaro USA più debole avvantaggia il prezzo di Bitcoin. Questo è anche il ragionamento principale alla base dei grandi investitori istituzionali prendere posizione in Bitcoin, un segnale importante di un nuovo ciclo imminente.

In effetti, la correlazione inversa è evidente e abbastanza naturale poiché l’economia globale è costruita attorno alla valuta di riserva mondiale, il dollaro USA.

Grafico a 1 settimana DXY vs Gold.  Fonte: TradingView

Grafico a 1 settimana DXY vs Gold. Fonte: TradingView

Il principale esempio di debolezza che circonda il dollaro USA si trova nella reazione dell’oro dalla bolla delle dot com del 2000.

Dal crollo dei mercati in quell’anno, il dollaro USA ha perso il suo valore, determinando un rally del 600% sull’oro negli anni successivi. L’argento è addirittura salito del 1.100% in questo periodo.

Allo stesso modo, quando il dollaro USA ha iniziato a mostrare forza, l’oro e l’argento sono tornati pesantemente come previsto.

Pertanto, poiché la recente debolezza del dollaro USA ha portato a un rally attorno ai mercati delle materie prime, ciò gioverebbe anche a qualsiasi slancio in Bitcoin nei prossimi anni. Questo slancio è spesso classificato come “rinuncia al sistema” dai credenti Bitcoin.

Lo scenario più probabile per Bitcoin

Grafico a 1 settimana di BTC / USD.  Fonte: TradingView

Grafico a 1 settimana di BTC / USD. Fonte: TradingView

Lo scenario più probabile sarebbe una struttura delimitata da un intervallo continuo con alcuni ulteriori test a livelli inferiori.

È possibile trarre più argomenti per questo scenario. Il primo è la debolezza complessiva di Ethereum finora nel quarto trimestre, con conseguente debolezza generale del mercato delle criptovalute.

In generale, il mese di gennaio è un mese perfetto per Ethereum e per i mercati. Tuttavia, un breakout in questo trimestre dell’anno è improbabile date tutte le incertezze che circondano l’economia globale in questa fase.

Il secondo argomento è la conclusione che il mercato è ancora in fase di costruzione di un nuovo ciclo. Durante questi accumuli, vengono definiti gli intervalli di accumulo, costruendo lo slancio per il successivo movimento di impulso.

Grafico a 4 giorni BTC / USD.  Fonte: TradingView

Grafico a 4 giorni BTC / USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 giorni di Bitcoin mostra somiglianze con l’inizio del ciclo precedente nel 2016. Lunghe costruzioni laterali stavano accumulando slancio, dopo di che si è verificato un grande impulso verso il livello di resistenza successivo.

Questo è lo scenario più probabile a questo punto poiché il mercato si sta ancora preparando per il prossimo grande ciclo. Questo ciclo porterà il mercato a livelli mai visti prima, ma non avverrà in una volta sola.

Pertanto, l’accumulazione è una parte fondamentale dell’accumulo in un tale mercato, che sembra essere attualmente in corso.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle di autore e non riflettono necessariamente le opinioni di Cointelegraph. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi. Dovresti condurre le tue ricerche quando prendi una decisione.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here