La banca centrale filippina vede i token digitali come un mezzo per ridurre l’uso di denaro fiat e migliorare la fornitura di servizi finanziari nel paese, anche se il paese sta ancora studiando la propria valuta digitale.

Parlando con Bloomberg, La banca centrale filippina Bangko Sentral ng Pilipinas, o BSP, governatore Benjamin Diokno, ha detto che i token digitali “espandono la portata e riducono i costi dei servizi finanziari”, oltre a ridurre l’uso di moneta legale.

Diokno ha affermato che i token digitali migliorano il modo in cui la banca centrale fornisce servizi finanziari ai cittadini.

Le Filippine sono uno dei paesi che studiano il lancio della propria valuta digitale. Il BSP ha affermato che il suo studio esaminerà la fattibilità e le potenziali implicazioni politiche di una valuta digitale della banca centrale, o CBDC. Il paese aveva già lanciato un piattaforma basata su blockchain per distribuire obbligazioni emesse dal governo.

Cointelegraph CBDC segnalati in precedenza consentire alle banche centrali di diminuire la dipendenza dai centri di compensazione e tagliare i costi e consentirà loro di attuare le politiche monetarie. I CBDC possono anche essere distribuiti ai cittadini digitalmente.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here