La banca centrale del Kirghizistan, il paese dell’Asia centrale, sta lavorando a una bozza di legge per regolamentare il settore delle criptovalute nel paese.

Secondo un annuncio il 13 novembre, la Banca nazionale della Repubblica del Kirghizistan sta sviluppando un progetto di legge che regolerebbe gli scambi di criptovaluta in consultazione con le parti interessate del settore.

La banca ha affermato che la bozza di legge regolerà la vendita e l’acquisto di criptovalute con l’obiettivo di affrontare schemi fraudolenti di criptovaluta e crimini finanziari, oltre a salvaguardare i diritti dei consumatori e degli investitori.

Tra i benefici attesi delle prossime normative, la banca rileva il miglioramento dello sviluppo dei prodotti finanziari digitali, condizioni favorevoli per la comunità imprenditoriale e persino la possibile introduzione di un regime fiscale formale per gli asset digitali.

Tuttavia, la banca si aspetta anche che la legislazione sulle criptovalute abbia la sua parte di ostacoli, affermando che la natura transfrontaliera di molte criptovalute private renderà la legge difficile da applicare senza un’adeguata infrastruttura per il monitoraggio e l’attuazione.

Infatti, la banca afferma che a causa della “mancanza di regolamentazione e della natura caotica del mercato delle criptovalute”, non ci sono dati concreti sul numero di aziende che sarebbero soggette alla nuova legge.

Secondo l’annuncio, la banca si aspetta che le rigide normative sulla crittografia forniscano maggiore certezza per le attività legate alla crittografia e attraggano investimenti senza un effetto significativo sul bilancio del governo.

La banca accetterà proposte di disegno di legge fino al 27 novembre, dopodiché saranno pubblicate sul registro ufficiale entro il 4 dicembre.

Una solida regolamentazione delle criptovalute richiederebbe molto tempo per il politicamente assediato nazione. Nell’agosto 2019 il parlamento introdotto un disegno di legge per tassare i minatori di criptovaluta, solo per le autorità interrompere l’elettricità ai minatori un mese dopo a causa del consumo eccessivo segnalato.

La scorsa estate, il parlamento è stato ancora deliberando su un solido regime fiscale per i miner di criptovaluta, ma disordini civili da allora ha fatto deragliare le precedenti iniziative politiche, con un parlamento a sedere che ha eletto il leader dell’opposizione nazionalista e l’ex membro del parlamento Sadyr Japarov come presidente ad interim e primo ministro il 7 ottobre.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here