La Banca Centrale di Kenya, o CBK, ha secondo quanto riferito ha avviato discussioni con le banche centrali internazionali per esplorare la possibilità di entrare nello spazio della valuta digitale della banca centrale.

Il governatore della CBK, il dottor Patrick Njoroge, ha detto ai giornalisti durante la settimana DC Fintech di Georgetown che:

“”Noi [the CBK] stanno già discutendo con altri attori globali, in vari modi, sull’introduzione delle valute digitali della banca centrale. La spinta arriva come risultato del proliferare di criptovalute private e ci sentiamo già esclusi e abbiamo bisogno di creare il nostro spazio “.

Dal punto di vista del dottor Njoroge, la banca centrale deve tenere d’occhio la “nicchia” per la quale le criptovalute del settore privato competono. Il governatore della CBK ha individuato il riciclaggio di denaro e il finanziamento di attività illecite come una preoccupazione centrale per l’istituzione. Tuttavia, sembrava meno convinto che la tendenza globale sia verso una società veramente senza contanti, caratterizzando gli sviluppi come tendenti semplicemente a un ambiente “meno contante”.

Il riferimento esplicito del Dr. Njoroge alla ricerca globale in corso su come a CBDC potrebbe, in linea di principio, essere messo a disposizione del pubblico in generale, sembrava posizionare la valuta digitale incaricata dalla banca centrale in esplicita concorrenza con le monete decentralizzate.

Il governatore della CBK ha anche espresso un’opinione piuttosto sprezzante di Bitcoin (BTC), caratterizzandolo come un mero strumento di speculazione. Mentre trova impressionante la tecnologia alla base della moneta, ha sostenuto che era ancora un’invenzione alla ricerca di un problema da risolvere.

Con trading di criptovalute in aumento nel continente africano, gli imprenditori dell’industria locale si stanno preparando, con cauto ottimismo, al probabile lancio di più robusto regolamento. Bitpesa, l’exchange con sede a Stephany Zoo del Kenya, ha dichiarato a Cointelegraph nel settembre 2020 che, sebbene vi sia il rischio di un intervento pesante che soffoca l’intervento, una migliore integrazione con l’infrastruttura finanziaria tradizionale potrebbe ugualmente essere una spinta per lo spazio crittografico.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here