Indice Stoxx 50 dell’UE, Unione europea, Seconda ondata Covid-19, Restrizioni per il coronavirus – Punti di discussione:

  • Gli indici azionari asiatici sono scivolati al ribasso durante gli scambi con l’APAC poiché le speranze fiscali svanite hanno continuato a trascinare il sentiment.
  • Il numero crescente di infezioni da Covid-19 in diverse nazioni europee potrebbe minare drasticamente le prestazioni delle attività di rischio regionali.
  • L’indice EU Stoxx 50 è pronto a scendere se il prezzo non riesce a violare la resistenza chiave.

Riepilogo Asia-Pacifico

Gli indici azionari benchmark asiatici sono scivolati al ribasso durante il commercio Asia-Pacifico quando il stallo prolungato nei colloqui di stimolo del Congresso continua a rosicchiare il sentimento del mercato.

L’Australia ASX 200 l’indice è sceso dello 0,27% in meno, nonostante l’indice della fiducia dei consumatori della Westpac Bank abbia raggiunto il suo livello più alto in oltre due anni in ottobre, mentre il Giappone Nikkei 225 l’indice è scivolato leggermente più in alto.

La merce sensibile australiano ei dollari neozelandesi hanno sovraperformato le loro controparti principali per tutta la sessione mentre sono associati al paradiso Dollaro Americano e Yen Giapponese tenuto relativamente stabile.

Oro è tornato in punta di piedi verso il valore di $ 1900 / oz dopo essere sceso di oltre l’1,6% ieri, mentre i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni si sono mantenuti saldi.

Guardando avanti, Euro-I dati sulla produzione industriale della zona per agosto sono i titoli dell’elenco economico insieme ai dati PPI dagli Stati Uniti per il mese di settembre.

Calendario economico DailyFX

Notizie di trading Forex: la strategia

Notizie di trading Forex: la strategia

Consigliato da Daniel Moss

Notizie di trading Forex: la strategia

Arrampicare le infezioni da Covid-19 che minacciano la guarigione nell’UE

Un aumento record dei casi di coronavirus minaccia di ribaltare la nascente ripresa economica dell’area euro, poiché diversi governi europei si muovono per inasprire le restrizioni dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha riferito che il continente aveva registrato poco meno di 700.000 nuove infezioni nella settimana terminata l’11 ottobre.

Con la media mobile di 7 giorni di nuove infezioni in Francia che è salita ai livelli più alti dall’inizio della pandemia e i casi in Italia in aumento dalla fine di marzo, il passaggio dalle restrizioni locali ai blocchi nazionali sta diventando sempre più probabile.

In effetti, l’indice di rigore della risposta del governo dell’Università di Oxford mostra che questa transizione potrebbe iniziare a verificarsi nella Repubblica Ceca, nei Paesi Bassi e in Francia, con tutte e tre le nazioni che nelle ultime settimane stanno rafforzando le misure restrittive.

Inoltre, il cancelliere tedesco Angela Merkel dovrebbe incontrare i premier dei 16 stati tedeschi più tardi oggi per decidere il percorso appropriato da seguire in mezzo a una “ seconda ondata ” di infezioni, con il cancelliere che non riesce a escludere un blocco a livello nazionale e invece sottolineando che “non possiamo sperperare quanto realizzato negli ultimi mesi”.

Indice UE Stoxx 50 a rischio mentre l'Europa stringe le restrizioni Covid-19

Pertanto, sembra razionale aspettarsi che altri paesi membri dell’UE inizieranno a rispecchiare le azioni intraprese dalle loro controparti regionali.

Tuttavia, con il numero di morti che continua a rimanere ben al di sotto dei livelli osservati a marzo e aprile, i governi regionali potrebbero esitare a intraprendere azioni che ostacoleranno gravemente la crescita economica.

Detto questo, il direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Mike Ryan, ha avvertito che questa divergenza tra infezioni e morti “potrebbe ricollegarsi molto, molto male e molto catastroficamente a meno che non stiamo molto, molto attenti”.

A tal fine, i risultati in corso sulla salute potrebbero guidare l’azione dei prezzi a breve termine, con un marcato aumento dei decessi che probabilmente accelererà misure di blocco più rigorose e, a sua volta, ostacolerà la performance delle attività di rischio regionali.

Indice UE Stoxx 50 a rischio mentre l'Europa stringe le restrizioni Covid-19

Fonte: Worldometer

Grafico giornaliero dell’indice EU Stoxx 50: rimbalzo o nuovo test?

Da un punto di vista tecnico, il rimbalzo dell’indice di riferimento europeo EU Stoxx 50 dal minimo di settembre (3086) sembra esaurirsi, poiché l’RSI fatica a salire sopra i 60 e il prezzo non riesce a violare la resistenza psicologica chiave a quota 3300.

Sebbene gli acquirenti abbiano spinto con successo il prezzo di nuovo sopra il 61,8% di Fibonacci (3243) e definendo il sentiment Media mobile di 200 giorni (3226), il notevole calo del volume suggerisce che l’inversione più bassa è in corso.

In effetti, il rally di due settimane dell’indice potrebbe convalidare la rottura al ribasso del modello del triangolo ascendente scolpito nei tre mesi fino a settembre, se il livello 3300 continua a limitare la pressione di acquisto.

Pertanto, è necessaria una rottura al di sotto del 61,8% di Fibonacci (3243) per convalidare la rottura al ribasso di Triangolo ascendente consolidamento e ritagliarsi un percorso per testare il minimo di settembre (3086), con la mossa misurata implicita che suggerisce che il prezzo potrebbe scendere fino all’11% rispetto ai livelli attuali.

Al contrario, una chiusura giornaliera sopra il massimo altalenante del 16 settembre (3349) probabilmente invaliderebbe il potenziale ribassista e aprirebbe la porta al prezzo per ripetere il test del massimo post-crisi fissato a luglio (3445).

Grafico giornaliero dei prezzi dell'indice EU Stoxx 50

Grafico giornaliero dell’indice EU Stoxx 50 creato utilizzando TradingView

– Scritto da Daniel Moss, analista per DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Previsione azioni

Previsione azioni

Consigliato da Daniel Moss

Ottieni la tua previsione gratuita sulle azioni





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here