Secondo i dati raccolti da Brad Michelson, senior marketing manager presso la principale piattaforma di trading e investimento eToro, il volume globale mensile per le ricerche di Bitcoin a dicembre 2017 è stato inferiore a quello di novembre 2020.

Citando i dati del fornitore di dati SEO SEMrush, Michelson disse che i volumi di ricerca mensili globali relativi a Bitcoin nel novembre 2020 rappresentavano 8,9 milioni. Questo è il 356% in più rispetto ai volumi di ricerca BTC registrati a dicembre 2017, che ammontavano a 2,5 milioni, secondo i dati di Michelson.

Michelson ha sottolineato un’enorme discrepanza tra i dati di SEMrush e Google Trends, uno strumento popolare per analizzare la popolarità delle principali query di ricerca su Google:

“Una cosa interessante che i dati di Google Trends non hanno mostrato è che il volume globale mensile di Bitcoin nel dicembre 2017 era in realtà inferiore a quello che stiamo vedendo nel novembre 2020”.

In effetti, secondo i dati di Google Trends, i volumi di ricerca attuali di Bitcoin sono lontani dai massimi storici registrati a dicembre 2017, quando Bitcoin ha raggiunto il suo massimo storico di $ 20.000. Secondo Google Trends, l’indice di ricerca Bitcoin conta solo 20 punti nel novembre 2020, contro i 100 punti nel dicembre 2017.

Grafico quinquennale dell’interesse di ricerca di Google per “Bitcoin”. Fonte: Google

Se vero, i dati di SEMrush sono apparentemente correlati a un forte aumento del numero di nuovi indirizzi Bitcoin registrati. Il 18 novembre, il numero di indirizzi BTC registrati all’ora ha raggiunto quasi 25.000 indirizzi per la prima volta da gennaio 2018, secondo i dati del servizio di analisi delle criptovalute Glassnode.