Giovedì, il trading e i pagamenti di criptovaluta di PayPal sono stati attivati ​​per tutti i clienti idonei negli Stati Uniti.

Secondo il suo annuncio aggiornato, PayPal conclusa la sua lista d’attesa per i clienti che desiderano utilizzare la criptovaluta negli Stati Uniti Il trading prevede un limite di $ 20.000 a settimana, che è il doppio dei $ 10.000 originariamente annunciati.

Alla fine, PayPal prevede di rendere disponibili i pagamenti in criptovaluta a 26 milioni di commercianti in tutto il mondo.

Un rappresentante ha detto a Cointelegraph che PayPal comunicherà ai clienti statunitensi la disponibilità generale dei servizi di crittografia nei prossimi giorni.

Dan Schulman, CEO di PayPal, ha osservato che il passaggio al supporto delle criptovalute è stato guidato da quella che vede come una deriva “inevitabile” verso le valute virtuali.

“Il passaggio alle valute digitali è inevitabile, portando con sé chiari vantaggi in termini di inclusione finanziaria e accesso; efficienza, velocità e resilienza del sistema di pagamento; e la capacità per i governi di erogare rapidamente fondi ai cittadini”.

Servizi globali tanto attesi dovrebbero essere lanciati all’inizio del 2021, insieme ai pagamenti in criptovaluta su Venmo. PayPal inizialmente annunciato i suoi piani per integrare la crittografia tre settimane fa. L’annuncio ha portato a un aumento del prezzo di BTC.

Come parte dei suoi servizi di crittografia, PayPal ha ricevuto la prima Bitlicense condizionale dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York, uno dei regolatori finanziari subnazionali più aggressivi negli Stati Uniti.Molti hanno notato che i termini dei servizi di crittografia di PayPal implicherebbero che monete acquistate sulla piattaforma non sarebbe in grado di andarsene, probabilmente come parte del suo compromesso con le autorità di regolamentazione nel portare servizi crittografici a una base di utenti così ampia.