All’inizio di oggi, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha aggiornato il suo elenco di cittadini appositamente designati, aggiungendo diversi individui e una serie di indirizzi di criptovaluta. Uno degli individui aggiunti era Artem Mikhaylovich Lifshits – un cittadino russo, accusato di interferire nelle elezioni americane.

Oltre a divulgare le sue informazioni personali, il sito elenca una serie di indirizzi di criptovaluta che presumibilmente controlla. Uno degli Ethereum indirizzi, trovato a 0xa7e5d5a720f06526557c513402f2e6b5fa20b00, tuttavia, sembra non esistere.

Fonte: Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

Probabilmente c’era una confusione da qualche parte nella catena di comando e il Tesoro intendeva inserire nella lista nera 0xA7e5d5A720f06526557c513402f2e6B5fA20b008.

Un’altra vaga possibilità è che gli hacker russi in qualche modo abbiano acquisito l’accesso anticipato ai portafogli utilizzati da ETH 2.0. Cointelegraph ha contattato Vitalik Buterin per un commento, ma non era disponibile o avevamo l’indirizzo sbagliato.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here