Un sondaggio condotto su oltre 700 individui con un patrimonio netto elevato, o HNW, ha rilevato che quasi i tre quarti degli intervistati milionari possiedono già o stanno cercando di investire in criptovalute prima della fine del 2022.

Condotto dall’organizzazione di consulenza finanziaria deVere Group, il sondaggio ha rivelato che il 73% degli intervistati è ottimista nei confronti delle criptovalute, un aumento da 68% nel 2019.

I partecipanti erano individui che avevano più di £ 1 milione, che equivale a circa $ 1,32 milioni di dollari. Sono stati selezionati da un’ampia varietà di regioni tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Asia, Africa, Medio Oriente, Australia e America Latina.

Il CEO e fondatore del gruppo DeVere Nigel Green, ha osservato nel sondaggio che Bitcoin è stato ancora una volta uno degli asset con le migliori prestazioni quest’anno con un aumento da inizio anno del 125%, aggiungendo:

“Come mostra il sondaggio, questa performance impressionante sta attirando l’attenzione di ricchi investitori che comprendono sempre più che le valute digitali sono il futuro del denaro e non vogliono essere lasciate nel passato.”

Green ha notato che gli intervistati che guardano Bitcoin includono alcune delle più grandi banche di Wall Street e hanno attribuito il loro sentimento di riscaldamento all’adozione da parte di grandi aziende come PayPal e Square:

“Non c’è dubbio che molti di questi HNW che sono stati intervistati hanno visto che uno dei principali motori dell’impennata dei prezzi è il crescente interesse espresso dagli investitori istituzionali che stanno capitalizzando gli alti rendimenti che la classe di asset digitali sta attualmente offrendo”.

Anche gli ex scettici di Bitcoin a Wall Street si stanno avvicinando alle valute digitali. Durante una recente conferenza del New York Times, il presidente e amministratore delegato di JPMorgan Chase Jamie Dimon ha detto di “credere” nella tecnologia blockchain e nelle criptovalute “adeguatamente sostenute e adeguatamente regolamentate”.

Dimon ha fatto notizia nel 2017 quando ha fatto riferimento Bitcoin come frode sebbene JPMorgan da allora abbia abbracciato le risorse digitali.

Il gestore di hedge fund miliardario Ray Dalio ha ancora molti dubbi su Bitcoin, ma ha messo in dubbio il proprio scetticismo martedì, twittando:

“Potrei perdere qualcosa su Bitcoin, quindi mi piacerebbe essere corretto”,

Dalio aveva suggerito che Bitcoin cadesse come riserva di valore e che i governi potrebbero “metterlo fuori legge e renderlo troppo pericoloso da usare”. Ha anche detto che non può immaginare che banche centrali, società multinazionali e grandi investitori istituzionali lo utilizzino.

Il sondaggio di millionairesws è stato rivelato lo stesso giorno in cui la capitalizzazione di mercato totale di Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo storico di $ 336 miliardi e il suo prezzo è salito a oltre $ 18.000, poco meno del massimo di $ 19.763 raggiunto a dicembre 2017.