Secondo Elvira Nabiullina, presidente della Banca di Russia, il rublo digitale russo dovrebbe ridurre i costi aziendali, ma potrebbe anche tagliare i profitti per le banche commerciali.

In un 3 dicembre incontro di “Opora Russia”, un’organizzazione non governativa di piccole e medie imprese, Nabiullina ha affermato che un rublo digitale potrebbe ridurre i profitti delle banche commerciali da commissioni e commissioni di transazione.

Inoltre, ha affermato che una valuta digitale della banca centrale è uno sviluppo naturale nel rendere i servizi finanziari più snelli:

“Questa è una mossa naturale nello sviluppo del sistema finanziario: gli intermediari finanziari dovrebbero diventare meno gravosi per l’economia e guadagnare denaro con nuovi prodotti e servizi invece di trarre profitto dal suo monopolio e dalla mancanza di alternative […] Riteniamo che le piccole e medie imprese debbano sicuramente trarne vantaggio “.

Il funzionario ha anche evidenziato una serie di vantaggi di un rublo digitale, inclusi pagamenti più sicuri e veloci. “Stiamo ora considerando diversi modelli in cui può esistere il rublo digitale, in cui l’interazione dei clienti, della banca centrale e delle banche commerciali è organizzata in modi diversi, ma questi vantaggi rimangono in tutti i modelli. Si tratta di pagamenti veloci, affidabili e sicuri “, ha affermato.

Nell’ottobre 2020, Nabiullina ha affermato che a il rublo digitale non avrà lo stesso livello di anonimato in contanti, rilevando che la Banca di Russia prevede di rafforzare la privacy degli utenti. Le osservazioni della presidente sono arrivate poco dopo la banca centrale russa ha ufficialmente rilasciato i suoi piani CBDC il 13 ottobre. Secondo la banca, un rublo digitale potrebbe presto essere utilizzato come ulteriore forma di denaro oltre al contante.