Perpetual Protocol, un nuovo scambio di derivati ​​DeFi, rivelato che la piattaforma aveva già superato il limite di $ 500.000 open interest (OI) per i contratti perpetui decentralizzati. L’annuncio arriverà meno di 24 ore dopo il lancio mainnet del servizio il mercoledì.

A seguito del risultato, il progetto ha deciso di raddoppiare il limite OI a $ 1 milione e il limite di posizione personale per Bitcoin (BTC) e Ether (ETH) coppie di scambio. Il limite è stato introdotto per limitare le possibili perdite nei primi giorni del lancio del protocollo. L’annuncio è l’ennesimo traguardo dei derivati ​​crittografici raggiunto con BTC Futures OI e il volume degli scambi di opzioni Bitcoin che hanno raggiunto nuovi livelli mercoledì.

Il protocollo perpetuo utilizza un market maker automatico virtuale (vAMM) per consentire swap perpetui senza la necessità di una controparte centralizzata. Il sistema presenta alcune somiglianze con market maker automatizzati (AMM) come Uniswap.

Tuttavia, a differenza di Uniswap, non ci sono fornitori di liquidità nella configurazione del protocollo perpetuo. Pertanto, invece di memorizzare i token sulla piattaforma stessa, i token sono domiciliati in caveau con garanzie sufficienti per soddisfare ogni scambio.

Non si verifica alcun effettivo scambio di token con il vAMM poiché l’architettura del market maker funge solo da motore di prezzo. Pertanto, gli utenti non subiscono perdite temporanee e la liquidazione è limitata ai depositi individuali della parte perdente nel contratto perpetuo.

Secondo il progetto documentazione, la piattaforma mitiga la velocità e le commissioni di negoziazione utilizzando la catena xDai come livello di regolamento. Tuttavia, il protocollo perpetuo afferma che è possibile distribuire la soluzione su un’architettura di insediamento di livello 2 (L-2) simile.

Mentre la piattaforma promette swap perpetui con leva 20 volte su qualsiasi asset crittografico, il roll-out iniziale copre solo BTC ed ETH contro USD Coin (USDC). Protocollo perpetuo assicurato $ 1,8 milioni in un round di finanziamento iniziale condotto da Three Arrows Capital ad agosto.