A seguito di un programma pilota della durata di 2,5 anni, un produttore di mango australiano sta aumentando il suo utilizzo della tecnologia blockchain per la tracciabilità della catena di approvvigionamento.

Secondo il Cooperative Research Center for Developing Northern Australia, o CRCNA, l’organizzazione collaborato con il principale produttore australiano di mango Manbulloo e la società di software di tracciabilità Trust Provenance per testare un programma di gestione della catena di approvvigionamento attraverso la loro catena di approvvigionamento e i centri di distribuzione nel Queensland e nel Territorio del Nord. Il progetto, avviato nel 2018, utilizza sensori collocati in casse di mango per tracciare il movimento del frutto dolce oltre a monitorarne temperatura, umidità e tempo di transito.

Il dottor Sam McMahon, senatore per il Territorio del Nord, ha dichiarato:

“Manbulloo può vedere dove si trovano i loro frutti lungo la catena di fornitura in tempo reale e mantenere un controllo proattivo della qualità e un protocollo di garanzia della qualità per affrontare immediatamente qualsiasi problema e completare quello che è già un approccio best-in-industry”.

McMahon ha aggiunto che, “Questo progetto si preannuncia come un significativo punto di svolta per l’industria del mango”.

Il fondatore di Trust Provenance Andrew Grant ha affermato che il sistema ampliato migliorerà la distribuzione dei manghi in tutto il paese riducendo gli sprechi e vedendo esattamente dove nella catena di fornitura eventuali inefficienze mentono. Il CRCNA ha raccolto più di $ 827.000 per la fase di test di 2,5 anni, iniziata nell’aprile 2018.

Altre aziende hanno utilizzato la tecnologia blockchain per il tracciamento della catena di approvvigionamento alimentare. Cointelegraph ha riportato a luglio un valore di $ 300 miliardi i prodotti alimentari potrebbero essere potenzialmente rintracciati lungo la catena di approvvigionamento ogni anno entro sette anni.

“L’impatto di questo progetto si estenderà oltre l’industria del mango ad altri prodotti agricoli e sistemi di filiera, che potrebbero trarre vantaggio dall’efficienza dimostrata da questa piattaforma blockchain”, ha affermato Jed Matz, CEO di CRCNA.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here