Bitcoin (BTC) ha continuato a scendere il 26 novembre, poiché la pressione di vendita si è trasformata nelle maggiori perdite da marzo.

Il prezzo di Bitcoin scende di oltre $ 3.000 in 24 ore

Dati da Mercati Cointelegraph e TradingView ha seguito BTC / USD poiché ha perso il supporto a $ 17.000 per raggiungere nuovi minimi locali di $ 16.300.

Al momento della stampa, un rimbalzo si era assicurato $ 16.800, ma è rimasta una forte volatilità. Le ultime perdite continuano a tendenza al ribasso, iniziato nella notte di mercoledì, poco dopo che Bitcoin ha toccato massimi appena inferiori a $ 19,500.

Grafico giornaliero di 8 mesi BTC / USD. Fonte: TradingView

Allo stesso tempo, il principale exchange OKEx ha annunciato di aver ripristinato i prelievi. Ki Young Ju, fondatore dell’analisi on-chain al servizio di CryptoQuant, ha evidenziato una maggiore attività di deflusso da OKEx sia ai portafogli che ad altri scambi

“$ BTC fluisce da OKEx a tutti gli altri scambi ha raggiunto 493 BTC in quel momento”, ha scritto nel suo ultimo Aggiornamento di Twitter.

“L’83% dei deflussi totali è andato a portafogli non di scambio come la custodia. Potrebbe essere un segnale rialzista a lungo termine”.

Avvertenze sulla regolamentazione statunitense

Ulteriore carburante ribassista è arrivato da Brian Armstrong, CEO di Coinbase, che ha commentato sulle recenti voci secondo cui gli Stati Uniti intendono introdurre una nuova regolamentazione che disciplina i portafogli di criptovaluta auto-ospitati.

“Se questa regolamentazione crittografica venisse fuori, sarebbe un’eredità terribile e avrebbe impatti negativi di lunga data per gli Stati Uniti. All’inizio di Internet c’erano persone che chiedevano che fosse regolamentata come le compagnie telefoniche. Grazie al cielo non l’hanno fatto”. t “, ha avvertito.