Il governatore della Repubblica di Buriazia, Russia firmato un decreto che consente la costruzione di un data center di 13,6 acri nella Siberia sud-orientale. La struttura lo farà diventare sede di una serie di attività hi-tech, tra cui un Bitcoin (BTC) operazione mineraria.

La struttura sarà costruita da BitRiver e dovrebbe creare fino a 100 posti di lavoro locali. Sarà equipaggiato con l’ultima generazione di minatori ASIC e richiederà circa un anno per essere completato. Oltre al mining di criptovaluta, la struttura verrà utilizzata per i Big Data e l’Internet of Things. L’investimento richiesto è stimato a 691 milioni di rubli o 0,9 milioni di dollari, che saranno forniti da investitori di Stati Uniti, Cina e Giappone.

La Siberia è uno dei luoghi più attraenti al mondo per l’estrazione di Bitcoin. La sua abbondanza di risorse naturali si traduce in bassi prezzi dell’elettricità e il suo clima freddo significa che i minatori non devono spendere così tanta energia per il raffreddamento. La vicinanza alla Cina, il principale produttore di attrezzature minerarie, dovrebbe anche rendere più efficiente la catena di approvvigionamento dell’azienda.

È possibile che questi vantaggi vengano annullati da l’incertezza giuridica che circonda la regolamentazione del crypto mining nella regione, tuttavia.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here