Il file system interplanetario, o IPFS, aiuta a decentralizzare Internet tramite rendere disponibili i file su più sedi anziché tramite un unico punto di errore centralizzato. Cosa succede se qualcuno segnala un file IPFS problematico, tuttavia? Dietrich Ayala, responsabile dell’ecosistema per IPFS, ha spiegato il processo:

“Supponiamo che ci sia un URL, o un ID contenuto IPFS come li chiamiamo noi – c’è un indirizzo IPFS che abbiamo identificato come dannoso o pericoloso in qualche modo”, ha detto Ayala a Cointelegraph.

Se questo tipo di problema dovesse verificarsi su Internet centralizzato standard, l’URL verrebbe probabilmente aggiunto a una lista nera e alla fine sarebbe reso inaccessibile dal server che ospita i file relativi del sito. Google, in collaborazione con altri giocatori di Internet, fornisce un elenco di URL e file infetti da malware o dannosi. L’aggiunta di elementi a tale elenco spesso risulta difficile, tuttavia, sulla base di falsi negativi e altri problemi, ha spiegato Ayala. “Ci sono una serie di problemi con il controllo centralizzato su quella lista”, ha spiegato.

Crede che i social media open source piattaforma Mastodon mostra una potenziale soluzione a questo problema. “Mastodon è un esempio in cui gli operatori dei nodi hanno deciso come filtrare le informazioni che ritengono errate o cattive o pericolose per il pubblico di persone che corrono in un dato – quello che chiamano – pub”, ha spiegato Ayala.

In breve, Mastodon scompone la gestione in bit segmentati più piccoli, rimuovendo quindi il controllo centralizzato e consentendo anche aree granulari di consenso mirato.

“Penso che vedremo lo stesso stile di filtraggio nei nodi IPFS o tramite pubsub, dove i nodi vogliono comunicare, coordinare e condividere informazioni su indirizzi errati”, ha detto Ayala. La parola “cattivo” può anche essere soggettiva, tuttavia, in base a una serie di fattori, comprese le diverse normative specifiche per regione, ha aggiunto.

Ayala ha menzionato gli elenchi di blocchi coordinati e gli elenchi di indirizzi attendibili come metodi per gestire gli URL dannosi nella rete IPFS. “Abbiamo un gruppo presso Protocol Labs che è con alcune persone di Medium e altre entità multimediali che hanno una lunga esperienza e storia di lavoro in quest’area intorno al filtraggio dei contenuti e all’identificazione di contenuti dannosi o non sicuri”, ha spiegato Ayala. IPFS dispone di un’unità specializzata per aiutare gli operatori dei nodi a mantenere il controllo di cui hanno bisogno, tenendo il passo con la crescita della tecnologia, ha aggiunto.

“È un problema davvero difficile e penso che possiamo vedere la sfida nei sistemi centralizzati oggi mentre stanno cercando di capire come moderare al meglio i contenuti”, ha detto Ayala.

I Crypto YouTuber in particolare hanno visto il lato negativo della centralizzazione nel 2020. Molti dei principali influencer di crittografia hanno avuto i loro account bandito sulla piattaforma per periodi di tempo variabili.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here