Il governo australiano sta sperimentando l’uso della tecnologia blockchain per gli scambi di documenti intergovernativi con Singapore come ultima azione di una serie di sforzi a favore della blockchain. Segue subito l’istituzione di una nuova rete che promuove la blockchain presso i dipendenti pubblici.

Il 23 novembre l’Australia Border Force ha lanciato una sperimentazione commerciale blockchain in collaborazione con Singapore Customs e Singapore Infocomm Media Development Authority per testare i sistemi di verifica digitale. Il commissario ABF Michael Outram spiegato che il processo aiuterà a digitalizzare i record commerciali e di conformità, aggiungendo:

“Questa iniziativa incorporerà il commercio senza carta e lo scambio digitale sicuro di informazioni commerciali come parte della futura architettura e progettazione di uno sportello unico per il commercio australiano”.

La Camera di commercio e industria australiana, Australian Industry Group e istituti finanziari in Australia e Singapore, inclusa ANZ, prenderanno parte alla sperimentazione.

La Border Force trasmetterà i risultati di questo progetto al Gruppo di lavoro sulla catena di fornitura. Il programma pilota fa parte della National Blockchain Roadmap guidata da Chloe White del Dipartimento di Industria, Scienza, Energia e Risorse.

Il 5 novembre, DISER ha anche lanciato la rete blockchain Australian Public Servant in linea con la Blockchain Roadmap.

bianca spiegato la scorsa settimana che la rete è un modo per “scoprire chi sono i dipendenti pubblici interessati alla blockchain”. La community per gli appassionati di blockchain sarà aperta a tutti i dipendenti pubblici interessati alla tecnologia.

“È un primo passo verso la realizzazione del segnavia sette della tabella di marcia nazionale per la blockchain: aumentare la consapevolezza in tutta l’APS”

Il bilancio federale di quest’anno ha annunciato in ottobre, $ 5 milioni sono stati stanziati per due “iniziative tecnologiche di registro distribuito“, Con ulteriori $ 480 stanziati per progetti che potrebbero beneficiare dell’integrazione blockchain.

In risposta alla prima recessione australiana in 30 anni, il comitato ristretto del Senato del governo ha pubblicato un rapporto a settembre che prevedeva un’adozione significativa della tecnologia blockchain nei settori finanziari e normativi australiani. Il rapporto fa ampiamente riferimento alla blockchain con più di 50 citazioni della parola.