Mentre le ricadute dell’hack sulla sua piattaforma continuano, KuCoin ha affermato di aver identificato i sospetti e ora ha ufficialmente coinvolto le forze dell’ordine nelle indagini.

Il CEO di KuCoin Johnny Lyu twittato il 3 ottobre che lo scambio ha ora una prova sostanziale che identifica che ha violato il servizio il 26 settembre.

Lyu aggiunto che a partire dal 1 ottobre, KuCoin è riuscita a lottare per altri 64 milioni di dollari in attività da indirizzi sospetti con l’aiuto dei suoi partner nel settore. Ciò porta il valore totale delle attività recuperate a $ 204 milioni.

Anche l’exchange sta lentamente tornando alla piena funzionalità, ha affermato Lyu, e ha riaperto i depositi e i prelievi per 31 token. Seguiranno i servizi per BTC, ETH e USDT.

L’hack KuCoin è il primo caso importante di uno scambio decentralizzato utilizzato per riciclare fondi. Suo stimato che circa $ 200 milioni in beni sono stati rubati, ma gli analisti temono che altri token potrebbero essere stati inclusi.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here