Sam Bankman-Fried, CEO dell’exchange di derivati ​​di criptovaluta con sede a Hong Kong FTX, ha donato 5,2 milioni di dollari alla campagna presidenziale del vice presidente Joe Biden.

Come il Wall Street Journal segnalato il 28 ottobre, la campagna presidenziale di Biden ha ricevuto un totale di 79,5 milioni di dollari dai primi 100 donatori che si descrivono come amministratori delegati. Secondo quanto riferito, Bankman-Fried è il secondo “CEO-contributor” della campagna dopo Michael Bloomberg, co-fondatore dell’omonima società finanziaria e media, che ha donato 56 milioni di dollari.

I principali contributi degli amministratori delegati sia a Biden che all’attuale presidente Donald Trump sono ancora solo una goccia nel mare. Entrambe le campagne insieme ai loro sostenitori esterni hanno raccolto $ 2,2 miliardi di dollari.

Mentre Bankman-Fried è un “relativamente nuovo arrivato alla spesa politica”, secondo il Wall Street Journal, FTX si è già dilettato nell’arena.

Nel febbraio 2020, FTX impostare un contratto futures progettato per consentire ai trader di scommettere sulla rielezione di Trump nel 2020. Soprannominato token Trump, il contratto scade a $ 1 se Trump vince le elezioni presidenziali statunitensi del 2020 e $ 0 se perde. Secondo l’ultimo registrato dati, la maggior parte dei trader ha scommesso su “Trump Lose”. FTX successivamente lanciato un contratto futures simile per Biden, rivale di Trump.

Prezzi attuali dei token TRUMPWIN e TRUMPLOSE su FTX

Al momento della pubblicazione, i voti per le elezioni presidenziali americane sono ancora in fase di conteggio, con vincitore dichiarato finora.