La motivazione e l’orizzonte temporale per entrare in Bitcoin (BTC) alla fine determinerà se gli investitori avranno successo in questa nuova asset class, secondo il pioniere delle criptovalute Mark Yusko.

Venerdì, il CEO di Morgan Creek Capital Management ha commentato la recente ondata di titoli negativi relativi a Bitcoin. In una serie di tweets, Yusko ha affermato che le istituzioni finanziarie sono giustamente preoccupate per l’impatto dirompente di Bitcoin e useranno qualsiasi mezzo per rallentare la sua adozione.

La normale risposta alla minaccia di Bitcoin è “erigere barriere all’adozione e all’innovazione”, ha detto Yusko, aggiungendo:

“Quando minacciati, gli operatori storici si rivolgono sempre all’influenza dei governi per cercare di rallentare l’adozione di nuove tecnologie attraverso una regolamentazione onerosa”

In definitiva, questa è stata “una strategia perdente per secoli”, ha detto.

Nel frattempo, gli speculatori che cercano un’esposizione a breve termine continueranno a influenzare il prezzo di Bitcoin reagendo ai titoli dei giornali. Non sono mancate le notizie negative negli ultimi giorni, con La Cina si appropria di risorse crittografiche per un valore di $ 4,2 miliardi e Brian Armstrong di Coinbase predice di regolamenti Bitcoin potenzialmente dannosi.

Tuttavia, ritiene che gli investitori con un orizzonte temporale più lungo abbiano maggiori probabilità di avere successo man mano che la narrativa fondamentale di Bitcoin si rafforza:

“Gli investitori sono detentori a lungo termine focalizzati sul valore e gli speculatori sono detentori a breve termine focalizzati sul prezzo”

I possessori di Bitcoin sono noti per la loro bassa preferenza temporale, il che significa che rimandano la gratificazione immediata per un guadagno a lungo termine. In questo caso, il “guadagno a lungo termine” è un cambiamento di paradigma nella comprensione del denaro da parte della società.

I possessori di Bitcoin, o HODLer come sono diventati noti, sembrano aver rafforzato la loro convinzione in mezzo all’ultima fusione del mercato. Caso in questione: Il 61% dell’offerta di Bitcoin non si è mosso per oltre un anno nonostante BTC sia redditizio per oltre il 99% della sua storia.

Sul fronte dei prezzi, la scorsa settimana Bitcoin ha raggiunto un picco a nord di $ 19.200. Nel processo, La capitalizzazione di mercato di BTC è salita a 352 miliardi di dollari; un nuovo massimo storico. L’asset è attualmente scambiato al di sotto di $ 17.000 dopo una pesante correzione giovedì.