EUR / JPY, BCE, obiettivi di inflazione media, timori di deflazione – Punti di discussione:

  • Una tendenza al rischio è stata osservata in tutto il commercio Asia-Pacifico mentre gli investitori hanno incoraggiato i progressi nei colloqui sugli aiuti fiscali degli Stati Uniti.
  • La potenziale adozione dell’obiettivo di inflazione media (AIT) da parte della Banca centrale europea potrebbe pesare sul Euro.
  • EUR / JPY il rimbalzo dei tassi dai minimi di più mesi potrebbe esaurirsi mentre il prezzo fatica a superare la resistenza chiave.

Riepilogo Asia-Pacifico

I mercati azionari hanno marciato al rialzo durante gli scambi Asia-Pacifico mentre gli investitori hanno acclamato i segnali di progresso nei negoziati di stimolo del Congresso.

L’Australia ASX 200 l’indice è salito di poco meno dell’1% e S&P 500 i futures hanno preso d’assalto il livello di 3.400 mentre il paradiso è associato Dollaro Americano e Yen Giapponese perso terreno contro le loro controparti principali.

Oro flirtato con il marchio $ 1,900 / oz e argento è balzato oltre il 2%, nonostante i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni siano tornati allo 0,7%.

Guardando al futuro, una serie di dati PMI manifatturieri fuori dall’Europa potrebbero rivelarsi in movimento in anticipo rispetto ai dati iniziali sulle richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti per la settimana terminata il 26 settembre.

Grafico di reazione del mercato creato utilizzando TradingView

L’adeguamento dell’obiettivo di inflazione della BCE potrebbe pesare sull’euro

I prossimi dati sull’inflazione fuori dall’Europa potrebbero esercitare ulteriori pressioni sulla Banca centrale europea affinché faccia di più per sostenere la nascente ripresa economica del blocco commerciale, poiché i prezzi al consumo sono diminuiti su base annua per la prima volta da maggio 2016 e il tasso di inflazione core annuale è sceso a un minimo storico dello 0,4% ad agosto.

In effetti, sembra che la BCE possa rispecchiare il recente aggiustamento della Federal Reserve al suo obiettivo del 2% obbligatorio e adottare una forma flessibile di targeting dell’inflazione media (AIT), come ha affermato il presidente Christine Lagarde che “la discussione più ampia oggi è se le banche centrali debbano impegnarsi a compensare esplicitamente i mancati rilasci di inflazione quando hanno trascorso un bel po ‘di tempo al di sotto dei loro obiettivi di inflazione” in un discorso programmato il 30 settembre.

Lagarde ha aggiunto che se l’AIT si rivelasse una strategia credibile potrebbe servire a “rafforzare la capacità della politica monetaria di stabilizzare l’economia di fronte al limite inferiore perché la promessa di un superamento dell’inflazione aumenta le aspettative di inflazione e quindi abbassa i tassi di interesse reali”.

Tasso di inflazione core dell’area dell’euro (1997-oggi)

I tassi EUR / JPY rimbalzano a rischio poiché la BCE segnala modifiche all'obiettivo di inflazione

Pertanto, con il tasso di inflazione annuo nella zona euro in media un misero 1,2% negli ultimi 12 anni e un ‘seconda ondata‘di infezioni da Covid-19 che minacciano di forzare la reimposizione di restrizioni economicamente devastanti, un’espansione del 1.35 Il programma di acquisto di emergenza pandemico (PEPP) potrebbe essere sul tavolo entro la fine dell’anno.

Tuttavia, il suggerimento di alcuni membri del comitato che “la flessibilità del programma di acquisto di emergenza in caso di pandemia ha suggerito che la dotazione di acquisto netto dovrebbe prendere in considerazione una soffitto piuttosto che a bersaglio“, indica che la banca centrale potrebbe non avere un’opinione unanime sulla via da seguire per la sua risposta di politica monetaria.

Tuttavia, i dati economici deludenti e il peggioramento dei risultati sulla salute potrebbero forzare la mano della BCE, con la fornitura di ulteriori stimoli monetari che probabilmente peseranno sull’euro nel breve termine.

I tassi EUR / JPY rimbalzano a rischio poiché la BCE segnala modifiche all'obiettivo di inflazione

Calendario economico DailyFX

Grafico giornaliero EUR / JPY – 21-DMA soffocante pressione d’acquisto

Come notato nei rapporti precedenti, i tassi di EUR / JPY hanno si ritirò in modo significativo dalla rottura al di sotto del supporto Rising Wedge e del massimo altalenante del 6 agosto (125,59), con il prezzo in calo di oltre il 3,5% da quando il 1 settembre ha fissato il massimo post-crisi (127,07).

Tuttavia, con il prezzo arroccato costruttivamente al di sopra della media mobile a 100 giorni (122,97) e l’RSI che cerca di rompere il suo punto medio neutro, un nuovo test del massimo annuale (126,85) non è affatto fuori questione.

Inoltre, un crossover rialzista sull’indicatore MACD potrebbe incoraggiare i potenziali acquirenti e infine segnalare la ripresa del trend rialzista primario, se la coppia EUR / JPY riuscisse a superare con successo la resistenza confluente al massimo di giugno (124,43) e il trend ribassista che si estende dal massimo del 2020 (126,85). ).

Al contrario, una chiusura giornaliera di nuovo al di sotto del livello di 124,00 potrebbe indurre un pullback più sostenuto e mettere a fuoco il supporto al minimo di settembre (122,38).

I tassi EUR / JPY rimbalzano a rischio poiché la BCE segnala modifiche all'obiettivo di inflazione

Grafico giornaliero EUR / JPY creato utilizzando TradingView



dei clienti lo sono netto lungo.



dei clienti lo sono corto netto.

Cambiare in

Longs

Pantaloncini

CIAO

Quotidiano 30% -2% 14%
settimanalmente 41% -19% 6%

– Scritto da Daniel Moss, analista per DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da Daniel Moss

Migliora il tuo trading con IG Client Sentiment Data





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here