In seguito alla notizia di una violazione della sicurezza che ha comportato la perdita di oltre $ 200 milioni di token su KuCoin, molti progetti hanno reagito rapidamente per impedire che le partecipazioni degli utenti venissero spostate su altri scambi.

Parlando con Cointelegraph, il CEO di KuCoin Global Johnny Lyu ha dichiarato che almeno 129 milioni di dollari gettoni interessati dalla violazione e il Bitcoin (BTC), Etere (ETH) e gli hot wallet ERC20 interessati erano “sicuri” o in grado di essere recuperati. Sebbene i rapporti inizialmente affermassero che gli hacker se la cavassero con $ 150 milioni in token, nuove stime avvicinano il totale a $ 200 milioni.

Gli hacker hanno rubato una serie di token ERC20 come parte del furto, ma molti progetti hanno reagito rapidamente alla violazione.

Secondo quanto riferito, i membri del team del protocollo oceanico congelato oltre 21 milioni di utility token OCEAN, per un valore di circa $ 7,8 milioni al momento della scrittura. Il progetto ha da allora annunciato che sta avviando un hard fork del suo contratto per “invertire gli effetti negativi dell’hacking per chiunque scelga di adottare la nuova versione del contratto”.

Oltre ai $ 33 milioni in token, lo scambio di criptovalute Bitfinex e Tether (USDT), secondo quanto riferito, si è bloccato, Lyu di KuCoin ha dichiarato che le entità hanno bloccato altri 2 milioni di USDT su OMNI e TRON. Il CEO ha affermato che KuCoin si è coordinato con VIDT_Datalink per congelare e recuperare $ 14 milioni dei 14,49 milioni di token VIDT rubati e ha lavorato con Covesting per congelare e recuperare $ 560.000 token COV. Secondo quanto riferito, Akropolis ha anche sospeso tutte le transazioni AKRO e inserito nella lista nera l’indirizzo noto dell’hacker.

Altri progetti richiedevano soluzioni diverse per proteggere i fondi degli utenti in seguito alla violazione, inclusi gli swap.

Lyu ha affermato che KuCoin ha lavorato con Silent Notary per aggiornare i suoi contratti SNTR e sostituire 78,9 miliardi di token rubati, o circa $ 100.000. KuCoin ha anche lavorato con il protocollo Orion per completare uno scambio di token ORN da 3,81 milioni, del valore di circa $ 8,8 milioni al momento della scrittura, e con Velo Labs per ridistribuire e sostituire 120 milioni di token VELO trasferiti all’indirizzo dell’hacker, del valore di circa $ 70,8 milioni . Secondo quanto riferito, Kardiachain ha recuperato $ 9 milioni dei 524.948.751 KAI rubati da 2.976 portafogli a seguito di uno scambio di token.

Aleph è stato anche costretto a prendere misure drastiche dopo il progetto segnalato sul suo blog che 8,5 milioni di ALEPH – circa $ 1,2 milioni – erano stati compromessi dalla violazione. Il progetto affermava di aver riemesso i token su un nuovo contratto intelligente, con l’indirizzo e i token precedenti “resi obsoleti”.

Non tutte le misure sono state così efficaci. In una serie di tweet del 27 settembre, crypto tracker Whale Alert ha riferito che gli hacker KuCoin avevano mosso 540.000 token di rete Synthetix (SNX) – del valore di circa $ 2,7 milioni – in diverse transazioni verso portafogli sconosciuti. Il progetto non ha ancora rilasciato una dichiarazione sul proprio account Twitter o blog al momento della pubblicazione.

I rapporti sull’entità della violazione sono in corso, ma Lyu ha affermato che KuCoin è pronto a coprire completamente i fondi degli utenti interessati dall’hacking attraverso la sua assicurazione. Il CEO ha affermato che lo scambio “riprenderà completamente tutte le operazioni entro una settimana”.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here