Sabato, il servizio di prestito di criptovaluta con sede negli Stati Uniti Cred ha presentato istanza di protezione dal fallimento del Capitolo 11, lasciando molti clienti alla ricerca di soluzioni per ottenere i propri fondi.

Secondo i documenti del tribunale, il 7 novembre il team legale del CEO di Cred Daniel Schatt ha presentato istanza di fallimento per l’azienda nel distretto del Delaware.

Cred ha elencato le sue attività stimate tra $ 50-100 milioni e le sue passività stimate tra $ 100-500 milioni.

In un comunicato ufficiale, l’azienda disse aveva presentato istanza per il Capitolo 11 nel tentativo di “massimizzare il valore della sua piattaforma per i suoi creditori”.

La dichiarazione di fallimento arriva a seguito di un annuncio del 28 ottobre sulla piattaforma sospendere afflussi e deflussi di fondi per due settimane. Cred dichiarato su Twitter che la sospensione non era dovuta a un’indagine penale, ma la piattaforma stava lavorando con le autorità “per aiutare a indagare sulle irregolarità nella gestione di specifici fondi aziendali da parte di un autore”, citando un “incidente fraudolento” come causa.

Poco prima dell’annuncio, il portafoglio di criptovaluta e la piattaforma di trading Uphold terminato la sua partnership con Cred. Cointelegraph ha riferito che almeno un utente Uphold aveva avuto problemi tecnici con il programma CredEarn della piattaforma presumibilmente causati da Cred. Dopo lo scioglimento della partnership Uphold, l’utente ha affermato di avere circa $ 140.000 in Bitcoin (BTC) e altri beni bloccati nel suo account Cred.

Cred ha disse nessuno dei suoi sistemi, account dei clienti o informazioni dei clienti è stato compromesso nell ‘”incidente fraudolento”, ma dal 30 ottobre non ha rilasciato un aggiornamento su Twitter o presumibilmente via e-mail ai propri utenti in merito alle risorse a cui si accede utilizzando la piattaforma.

“Vogliamo solo sapere che i nostri fondi sono al sicuro”, disse L’utente Twitter Zijin Huang. “Affrontalo al tuo prossimo aggiornamento, non un annuncio al prossimo annuncio.”

La piattaforma ha ora aggiornato il suo sito web per includere informazioni sull’archiviazione del Capitolo 11, ma molti utenti non hanno ricevuto il messaggio. Utente di Crypto Twitter AwsomeNada ha sostenuto per avere 7.250 XRP – circa $ 1.829 al momento della pubblicazione – depositati sulla loro ultima transazione prima che gli afflussi e i deflussi di fondi fossero sospesi.

“Voglio sapere come questo può essere risolto”, ha detto AwsomeNada. “Ho bisogno di indietro i miei soldi oggi.”

Utenti fatto affermazioni simili di perdere l’accesso a “migliaia di XRP” e altri beni senza sentire se i loro fondi erano al sicuro durante il processo di fallimento.

Mentre sia gli afflussi che i deflussi di fondi apparentemente rimarranno inaccessibili mentre Cred attraversa il processo del Capitolo 11, anche altri scambi hanno dato agli utenti motivo di vedere il significato dietro “non le tue chiavi, non le tue monete”. Asset digitale i prelievi sono rimasti chiusi sull’exchange di criptovalute OKEx dal 16 ottobre tra le voci che la polizia ha arrestato il suo fondatore.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here