Due annunci di Huobi Global venerdì indicano che lo scambio di criptovaluta punta a diventare un attore chiave nella crescita della rete Polkadot.

In un paio di post sul blog, l’exchange con sede alle Seychelles ha annunciato un programma di sponsorizzazione Polkadot, nonché un fondo stablecoin Tether da 5 milioni di dollari dall’Huobi Innovation Lab per supportare “sviluppatori, organizzatori di eventi, creatori di contenuti e ambasciatori” in tutto l’ecosistema Polkadot .

Il programma di sponsorizzazione consente alle persone di raccomandare i progetti Polkadot per la quotazione nella “zona ecologica di Polkadot”, una sezione speciale di elenco delle risorse della borsa Huobi. Secondo quanto riferito, agli sponsor viene anche concesso un invito alla conferenza annuale di Huobi, nonché ad altri eventi offline.

Gli sponsor devono avere un interesse acquisito significativo nel successo di Polkadot per poter candidarsi. I requisiti minimi includono 300.000 token DOT (oltre $ 1,5 milioni), di cui la metà deve essere bloccata con Huobi come certificati di attività.

Gli investimenti di Huobi seguono a un paio di annunci simili da Polkadot giovedì. La rete ha lanciato un’alleanza decentralizzata incentrata sulla finanza i cui membri fondatori includono il provider Oracle Chainlink e la rete di livello due Plasm.

Inoltre, la Web3 Foundation ha annunciato il lancio del “Thousand Validators Program”, che fornirà istruzione, supporto e finanziamenti volti ad aumentare il numero di validatori di rete per la piattaforma.

L’infrastruttura e gli investimenti ecologici arrivano dopo che il creatore di Polkadot Gavin Wood ha sostenuto giovedì che Polkadot ed Ethereum possono coesistere. Nei commenti fatti al vertice Polkadot Decoded, il programmatore, che ha anche co-fondato Ethereum, ha respinto l’idea che ci sia spazio sufficiente solo per un protocollo di livello 1.

“Se Ethereum finisce per essere una catena che è una sorta di ponte […] Penso che ci siano ottime possibilità che Polkadot ed Ethereum coesistano felicemente “, ha detto Wood.

Tuttavia, le piattaforme di livello 1 che cercano di estrarre sviluppatori e progetti da Ethereum potrebbero fare alcune false supposizioni sugli effetti di rete.

Nei commenti di oggi su Twitter Larry Sukernik, responsabile degli investimenti presso la società madre in scala di grigi Digital Currency Group, ha avvertito piattaforme come Polkadot di non dare per scontata la migrazione degli sviluppatori:

Secondo Coingecko, il token DOT di Polkadot si trova attualmente a una capitalizzazione di mercato di $ 4,7 miliardi, rispetto a una cifra di $ 67 miliardi per Ethereum.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here