In Svezia, contanti in circolazione rappresenta solo l’1% del prodotto interno lordo del paese e alcuni esperti prevedono che la nazione diventerà “totalmente senza contanti” entro il 2023. Nelle città più grandi della Cina, oltre il 90% delle persone uso WeChat Pay e Alipay come metodo di pagamento principale, con contanti un secondo lontano.

Può sembrare che la transizione verso un mondo senza banconote di carta e monete metalliche sia inevitabile, ma questa settimana un sondaggio ci ha ricordato che i rapporti sulla morte di contanti può essere notevolmente esagerato. Lo studio di Genesis Mining, intitolato “Perceptions and Understanding of Money 2020”, riporta che il 60% degli americani è contrario all’idea che la carta moneta venga sostituita con denaro solo digitale. “Gli americani non sono entusiasti di separarsi dalla loro cartamoneta su base permanente”, ha commentato il CEO di Genesis Marco Streng.

Come si spiega questo risultato se la marcia verso una società globale senza contanti (cioè, dove il denaro non è un mezzo di pagamento generalmente accettato) è inesorabile, come alcuni – tra cui Jonas Hedman, professore presso il Dipartimento di digitalizzazione presso la Copenhagen Business School – hai postulato?

“Ci sono diverse ragioni per questo”, ha detto Hedman a Cointelegraph, tra cui “la mancanza di fiducia nel governo centrale e una scarsa infrastruttura di pagamento a livello nazionale [in the U.S.]”Richard Holden, professore di economia presso l’Università del New South Wales, ha dichiarato a Cointelegraph:” Il ‘biglietto verde’ è iconico in un modo in cui le altre valute – forse ad eccezione della sterlina britannica – non lo sono “.

I contanti possono rimanere in giro per un po ‘

Ma forse gli Stati Uniti non sono solo un valore anomalo, e ci sono seri motivi per cui “l’assenza di contanti” potrebbe non esplodere dall’oggi al domani. Un dollaro solo digitale potrebbe essere percepito “come un’incursione nella privacy e nelle libertà individuali”, ha detto a Cointelegraph Vinay Prabhakar, vice presidente del marketing di prodotto di Volante Technologies, un fornitore di soluzioni finanziarie.

Una società senza contanti può anche discriminare i poveri, come ha dichiarato a Cointelegraph Vlad Totia, analista dei pagamenti presso la società di analisi e consulenza GlobalData: “Una società digitale richiede che le persone abbiano almeno accesso a un dispositivo e una connessione Internet per finanze personali. ” Ma molti negli Stati Uniti e in altri paesi non hanno ancora questo accesso, quindi l’eliminazione del denaro rischia di privare ulteriormente i diritti dei membri della società meno abbienti, esacerbando la disuguaglianza di reddito.

Potrebbero esserci anche barriere psicologiche, ha osservato Holden: “Le persone usano il contante da molto tempo e per allontanarsi completamente dal contante è necessario un cambiamento di mentalità. Ma molti giovani non possono letteralmente immaginare un mondo pre-iPhone “.

Le economie avanzate del mondo trarrebbero vantaggio in modo significativo dall’andare senza contanti, ha continuato Holden. I sistemi di pagamento digitale potrebbero limitare l’evasione fiscale e ridurre le transazioni illegali che spesso avvengono utilizzando contanti. Holden ha osservato: “Il contante è goffo in molti modi: è lento durante le transazioni e la gestione del contante richiede tempo e comporta costose assicurazioni per le aziende”.

Usabilità del contante

Hedman ha condotto una ricerca per dimostrare che la Svezia è sulla buona strada per diventare la prima società senza contanti al mondo entro marzo 2023, ma quella ricerca è stata condotta prima della pandemia di coronavirus. La sua sequenza temporale è cambiata? “Cashless arriverà molto prima”, ha detto Hedman a Cointelegraph. “L’utilizzo di contanti è diminuito in modo significativo durante Corona.”

Totia ha convenuto che COVID-19 ha dato una spinta alla tendenza senza contanti. “Blocchi, chiusura temporanea di attività commerciali, persone che non escono di casa, ordinano generi alimentari a casa. […] Tutti questi aspetti hanno spinto le persone a utilizzare maggiormente l’online banking e i metodi di pagamento perché semplicemente non puoi usare molto denaro in questi tempi “.

C’è anche un aspetto igienico. Uno studio del 2017 in cui i ricercatori hanno testato banconote da $ 1 che circolavano a New York City concluso che “il denaro potrebbe potenzialmente mediare il trasferimento interpersonale di microbi”. Le persone non vogliono toccare le bollette che sono circolate attraverso molte mani durante una pandemia di coronavirus, ha osservato Totia, aggiungendo:

“Tuttavia, il maggior aumento degli utenti sono stati le persone troppo riluttanti, a proprio agio, vecchie o troppo abituate a pagare in contanti. Questi nuovi sono stati sostanzialmente costretti a utilizzare un metodo di pagamento più conveniente e facile […] e molto probabilmente continuerà a utilizzare questi servizi dopo che COVID-19 sarà passato. “

“I contanti possono essere facilmente persi”

Prabhakar ha detto a Cointelegraph che i pagamenti digitali sono intrinsecamente più sicuri del contante, che può essere perso e falsificato – e il recupero è quasi impossibile: “La maggior parte delle transazioni digitali offre vari livelli di sicurezza e ripudiabilità, ad esempio la possibilità di contestare un addebito su carta di credito, che contante non può competere con. “

C’è anche la questione della tracciabilità: le transazioni senza contanti tradizionali contengono informazioni essenziali sui partecipanti al pagamento, incluso ciò che è stato acquistato e quando è avvenuta la transazione. “Questo rende il riciclaggio di denaro sporco e l’elusione fiscale molto più difficili”, ha aggiunto Prabhakar.

I pagamenti digitali sono, forse, più rispettosi dell’ambiente. “I contanti e le monete metalliche consumano preziose risorse naturali, alcune delle quali non rinnovabili e riciclabili solo fino a un certo punto: carta, rame, zinco, nichel, tra gli altri”, ha detto Prabhakar. “In effetti, il costo di produzione a due tagli – nickel e penny – supera il loro valore nominale. Le transazioni digitali hanno in confronto zero impatto ambientale “.

I sostenitori dei pagamenti digitali sostengono anche che il tempo è denaro, quindi pagamenti più rapidi dovrebbero stimolare l’attività economica complessiva. Secondo Totia: “I pagamenti senza contanti, tramite cellulare o tramite codice QR sono molto più veloci del pagamento in contanti. Per il tuo caffè medio o furgone di cibo di strada, il tempo è essenziale nelle ore di punta quando servono lunghe file di clienti. Risparmiare anche un paio di secondi per ogni cliente si traduce in più vendite alla fine della giornata. Applicalo a tutte le piccole e medie imprese in un determinato paese e avrai più attività economica “.

Lo studio di Hedman su 750 rivenditori svedesi trovato che quando le transazioni in contanti sono inferiori al 7% delle transazioni di pagamento totali, il costo per gestire il contante è superiore a qualsiasi profitto realizzato sulle vendite in contanti. “Quando ciò accade, una gestione della vendita al dettaglio economicamente razionale dovrebbe smettere di accettare contanti”.

Una circostanza “matura per lo sfruttamento distopico”?

Ma sicuramente ci sono anche degli svantaggi. “Molti degli svantaggi o dei pericoli dei pagamenti senza contanti derivano dalla stessa fonte dei loro benefici”, ha osservato Prabhakar. La tracciabilità potrebbe rendere più difficile per i criminali svolgere il loro mestiere, ma potrebbe anche essere dannoso per i cittadini onesti che hanno buone ragioni per mantenere private le transazioni, ha affermato:

“Pagando alcuni tipi di farmaci: il controllo delle nascite [pills], diciamo: con i contanti, il pagatore può essere certo che, mentre la farmacia o il medico è a conoscenza dell’acquisto, la società della carta di credito o il provider di telefonia mobile no. Una valuta digitale controllata centralmente significherebbe che il governo avrebbe accesso a tutte le transazioni effettuate da tutti nel paese, una situazione pronta per lo sfruttamento distopico “.

Inoltre, sebbene un’economia della moneta digitale possa ridurre le frodi nel complesso, potrebbe introdurre nuovi rischi di frode a breve termine che potrebbero causare disagio diffuso. “Fino a quando la maggior parte delle persone che utilizzano una nuova tecnologia non imparerà le basi del suo funzionamento, i truffatori prenderanno di mira questi punti di minor resistenza che vengono con una nuova app o dispositivo”, ha detto Totia. “La frode non sarà necessariamente più comune o meno comune, sarà diversa ea breve termine.”

L’assenza di contanti scoraggerà davvero il crimine?

Molti accettano alla lettera l’affermazione che una società senza contanti sarebbe meno dominata dal crimine. Friedrich Schneider, professore emerito presso la Johannes Kepler University austriaca, ha condotto un’ampia ricerca su questo problema. Le sue scoperte hanno dimostrato che il denaro anonimo facilita l’evasione fiscale, soprattutto per coloro che non possono permettersi di spostare fondi all’estero, ma non è il motivo principale dell’evasione fiscale e quindi è improbabile che lo elimini.

Lo stesso vale per la criminalità e l’economia sommersa. Eseguendo simulazioni, Schneider trovato che se il denaro venisse completamente eliminato, l’economia sommersa si ridurrebbe solo del 20,1%. Riguardo alla sua ricerca, Schneider ha detto a Cointelegraph: “Il principale risultato scientifico è che il denaro NON è il motivo per cui le persone lavorano nell’economia sommersa e / o commettono crimini. “

Alla domanda se andare senza contanti possa ridurre crimini come il riciclaggio di denaro, Bernardo Batiz-Lazo, professore di storia fintech e commercio globale presso la Northumbria University, ha detto a Cointelegraph che è improbabile:

“Come è stato dimostrato in India, è ingenuo pensare che la corruzione e il riciclaggio di denaro finiranno con i mezzi digitali. Semmai le criptovalute in stile libertario come Bitcoin sono più suscettibili a queste attività “.

Colpire i più vulnerabili della società?

Forse una preoccupazione più preoccupante è che una società senza contanti potrebbe essere una società meno equa. Martin Chorzempa, ricercatore presso il Peterson Institute for International Economics, ha dichiarato a Cointelegraph: “Gli anziani, i privi di documenti e altri membri più vulnerabili della società dovrebbero affrontare enormi sfide se la carta moneta fosse completamente eliminata, come ha scoperto la Svezia”. Nel frattempo, Totia ritiene che il rischio che le classi inferiori vengano ostracizzate economicamente sia “l’unico forte svantaggio che vedo” nell’eliminazione del contante.

Batiz-Lazo notato che “La pandemia COVID-19 potrebbe aver aumentato la domanda di denaro da parte delle persone con il reddito più basso e di coloro che vivono nelle aree rurali”, e vede il pericolo nei “tentativi di affrettare l’economia britannica a fare affidamento esclusivamente sui pagamenti contactless e digitali. ” Prabhakar teme che una società senza contanti possa esacerbare la disparità di reddito, danneggiando minoranze socioeconomicamente svantaggiate, lavoratori nelle industrie dei servizi – che sono spesso pagati in contanti – e altri che “non hanno né l’accesso al sistema bancario né gli strumenti tecnologici per partecipare pienamente a un economia.”

La Svezia guiderà la marcia?

Tuttavia, il movimento verso l’abolizione della cartamoneta sembra accelerare, così come la speculazione su quale paese lo raggiungerà per primo. Totia ha dichiarato: “La Svezia ha molte politiche politiche incentrate sul trasferimento del paese a un paese senza contanti, e questo potrebbe renderlo il primo”. Tuttavia, ha anche notato che anche la Finlandia ha una possibilità, soprattutto se si considera che ha una popolazione più piccola. I primi tre di Totia, nell’ordine, sono Finlandia, Svezia e Cina:

“La Cina è più complicata perché ha 1,4 miliardi di persone, tuttavia i pagamenti tramite codice QR sono estremamente popolari, anche nelle zone rurali più remote. Altri forti candidati per andare senza contanti nei prossimi anni sono la Corea del Sud, la Norvegia e forse il Regno Unito “.

“La Cina o la Svezia mi sembrano le alternative più probabili”, ha affermato Holden. “Se Singapore volesse farlo, penso che potrebbero farcela molto rapidamente, dato il loro sistema di pagamenti avanzato, le dimensioni relativamente piccole e il forte governo centrale”. Nel frattempo, Prabhakar ritiene che: “In Asia, la Corea del Sud è un concorrente, con una penetrazione degli smartphone del 95% e la banda larga più veloce al mondo che facilita l’adozione dei pagamenti digitali”.

Potrebbe essere necessario il supporto del governo

In sintesi, qualsiasi movimento globale per abolire la cartamoneta è destinato a fermarsi, con inizi e interruzioni. COVID-19 ha accelerato il processo, portando molti nuovi utenti di pagamenti digitali. Tuttavia, potrebbe essere necessario un intervento o un sostegno governativo sotto forma di sussidi per affrontare le disuguaglianze che una società senza contanti potrebbe portare. “C’è un grosso rischio che le persone che non sono esperte di tecnologia o semplicemente non hanno i fondi per acquistare e mantenere uno smartphone vengano essenzialmente tenute fuori dall’economia attiva”, secondo Totia.

Cointelegraph ha chiesto a Hedman se crede ancora che l’assenza di contante globale sia inevitabile, come aveva dichiarato prima la pandemia è iniziata. “Sì, nel tempo è inevitabile”, ha risposto, “ma in contesti in cui non ci si fida del governo ci saranno sempre situazioni per soluzioni decentralizzate – il contante. Ma fondamentalmente sarà una scelta dei consumatori se pagare in contanti o meno “.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here