Indice Stoxx 50 dell’UE, Lockdowns europei, Banca centrale europea, Covid-19 – Punti di discussione:

  • I mercati azionari asiatici hanno seguito durante la notte l’esempio delle loro controparti europee e statunitensi.
  • Un’ondata di blocchi nazionali in Europa sembra destinata a continuare a pesare sul sentiment regionale.
  • Il prossimo incontro di politica monetaria della BCE potrebbe esacerbare i cali dell’indice Stoxx 50 dell’UE.

Riepilogo Asia-Pacifico

I mercati azionari asiatici sono crollati durante il commercio Asia-Pacifico dopo che le azioni statunitensi ed europee sono crollate durante la notte, poiché un aumento record di casi di coronavirus e l’annuncio di diversi blocchi nazionali hanno spaventato i partecipanti al mercato.

L’Australia ASX 200 l’indice è sceso dell’1,6% e quello del Giappone Nikkei 225 è sceso dello 0,37%, poiché la Banca del Giappone ha rivisto al ribasso la sua proiezione del PIL per il 2020.

Sorprendentemente, il sentiment è sembrato consolidarsi nei mercati valutari, poiché i dollari australiani, neozelandesi e canadesi sensibili al ciclo hanno sovraperformato le loro controparti associate ai porti.

Oro spinto di nuovo sopra il segno di $ 1880 / oz e argento ha recuperato terreno perduto poiché i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni si sono mantenuti relativamente stabili.

Guardando al futuro, la riunione di politica monetaria della Banca centrale europea è in prima linea nel registro economico insieme ai dati iniziali sulle richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti per la settimana terminata il 24 ottobre.

Grafico di reazione del mercato creato utilizzando TradingView

Ondata di restrizioni imposte dal Coronavirus da trascinare su EU Stoxx 50

Come notato in precedenti rapporti, il rinascita del coronavirus in tutta Europa minaccia di ribaltare la nascente ripresa economica del blocco commerciale e, a sua volta, di minare drasticamente il prezzo delle attività regionali associate al rischio.

Le due maggiori economie dell’Unione Europea, Francia e Germania, hanno annunciato blocchi a livello nazionale programmati per durare almeno un mese, mentre l’Italia ha introdotto le sue misure restrittive più severe da quando è uscita da un blocco nazionale a maggio.

Con la media mobile a 7 giorni della Francia di casi di Covid-19 che sale a 39.000 e il numero di morti che inizia a salire notevolmente, il presidente Emmanuel Macron ha avvertito che “il virus sta circolando a una velocità che anche le previsioni più pessimistiche non hanno visto [and] le misure che abbiamo preso si sono rivelate insufficienti per contrastare un’ondata che sta investendo tutta l’Europa ”.

È probabile che questa sbalorditiva ondata di casi accumuli pressione sul Banca centrale europea fare di più per sostenere l’economia regionale, con il Consiglio direttivo che si riunirà più tardi oggi.

Casi europei Covid-19

EU Stoxx 50 potrebbe scendere ulteriormente sui blocchi europei in vista della BCE

Fonte: Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

In effetti, diversi membri della BCE hanno sostenuto “per mantenere un ‘mano libera ‘ vista l’elevata incertezza, alla base della necessità di valutare attentamente tutte le informazioni in arrivo, compreso il Euro tasso di cambio e mantenere la flessibilità nell’intraprendere azioni politiche appropriate se e quando necessario ”.

Tuttavia, la fornitura di un sostegno monetario aggiuntivo sembra piuttosto improbabile dato il suggerimento di alcuni membri del comitato che la “flessibilità del programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) ha suggerito che la dotazione di acquisto netto dovrebbe essere considerata un soffitto piuttosto che un obiettivo“.

Inoltre, meno della metà dei Finora sono stati spesi 1,35 trilioni di PEPP, il che suggerisce che la banca centrale non ha bisogno di ulteriori aggiustamenti politici nel breve termine.

Con questo in mente, l’assenza di ulteriore supporto monetario potrebbe intensificare gli afflussi nei porti ea sua volta alimenta ulteriori perdite per l’indice europeo di riferimento EU Stoxx 50.

Grafico giornaliero dei future sull’indice EU Stoxx 50 – Le letture di ipervenduto suggeriscono ulteriori perdite

EU Stoxx 50 potrebbe scendere ulteriormente sui blocchi europei in vista della BCE

Grafico giornaliero dei futures sull’indice EU Stoxx 50 creato utilizzando TradingView

Da un punto di vista tecnico, l’outlook dell’indice EU Stoxx 50 sembra inclinato al ribasso, poiché il prezzo è sceso al di sotto del supporto chiave al 38,2% di Fibonacci (3063) e continua a seguire al di sotto di tutte e quattro le medie mobili.

Lo sviluppo dell’RSI suggerisce un aumento dello slancio ribassista, poiché l’oscillatore scivola nel territorio dell’ipervenduto per la prima volta da marzo.

Inoltre, un aumento significativo del volume sembra confermare il movimento ribassista al ribasso e suggerisce che ulteriori perdite potrebbero essere in vista.

Con questo in mente, una chiusura giornaliera al di sotto del massimo del 19 maggio (2945) segnalerebbe probabilmente la ripresa del trend ribassista primario e ritaglierebbe un percorso verso il minimo di maggio (2690).

Al contrario, lo Stoxx 50 dell’UE potrebbe risalire verso il 38,2% di Fibonacci (3063) se il supporto sopprimesse con successo la pressione di vendita, con una chiusura al di sopra del segno 3100 necessaria per mettere a fuoco la 200-DMA che definisce il sentiment (3191).

– Scritto da Daniel Moss, analista di DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Come utilizzare il sentiment dei clienti IG nel tuo trading

Consigliato da Daniel Moss

Migliora il tuo trading con IG Client Sentiment Data





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here