Oggi il programma Chainlink Community Grant ha annunciato il finanziamento per una collaborazione assicurativa a basso costo tra Etherisc, un protocollo assicurativo decentralizzato, e ACRE Africa, un emittente di microassicurazione focalizzato sul secondo continente più popoloso del pianeta.

Secondo un annuncio di Chainlink, il progetto mira a costruire una piattaforma assicurativa basata su blockchain che offra una copertura economica per i quasi 250.000 piccoli agricoltori in Kenya, molti dei quali dovrebbero essere colpiti in modo sproporzionato dai cambiamenti climatici nei prossimi tre anni.

La piattaforma pianificata fornirà anche polizze assicurative con rate di pagamento valutate a partire dall’equivalente di 50 centesimi nelle valute locali.

Il denaro della sovvenzione verrà utilizzato per finanziare diversi aspetti del progetto, come lo sviluppo di contratti intelligenti, la costruzione di un front-end di facile utilizzo con cui gli agricoltori possono interagire, l’integrazione con i sistemi di pagamento locali e vari altri sviluppi tecnici.

Inoltre, una parte di questa sovvenzione andrà al finanziamento di studi relativi all’economia dell’assicurazione per le colture agricole in molti paesi africani, con l’obiettivo di determinare modelli di copertura sostenibili sia per gli assicuratori che per gli agricoltori.

“Siamo entusiasti di poter continuare il nostro lavoro con gli agricoltori in Africa orientale ricevendo supporto attraverso la sovvenzione della comunità di Chainlink per aiutare a costruire e implementare un modello più affidabile ed economico per l’assicurazione dei raccolti con la collaborazione di Etherisc”, ha affermato il CEO di ACRE Africa, George Kuria.

Il progetto fa parte di una tendenza più ampia di crescente interesse per le tecnologie blockchain che si diffonde in tutto il continente africano. All’inizio dell’anno, la società di tecnologia meteorologica open source Telokanda ha annunciato un progetto blockchain per monitorare il tempo in Africa occidentale.