Prezzo Bitcoin ha superato i $ 20.000 con facilità al suo terzo test, sostenuto da un aumento del volume degli acquisti. Dopo il breakout, gli analisti prevedono che la criptovaluta dominante raggiungerà alla fine i 30.000 $. Tuttavia, a breve termine, crescono le aspettative di un pullback.

Ci sono argomenti convincenti sia per casi rialzisti che ribassisti a breve termine. I trader che sono molto ottimisti nel breve termine affermano che l’impennata oltre $ 20.000 ha confermato una nuova tendenza rialzista. Senza alcuna resistenza tecnica al di sopra, è prevista una continuazione del rally. Poiché non ci sono dati storici su cui fare affidamento oltre $ 20.000, Bitcoin (BTC) è entrato in un territorio senza precedenti.

Gli analisti che sono cauti a breve termine si aspettano che Bitcoin debba affrontare un ritracciamento nel prossimo futuro. Il livello di $ 20.000 rimane un livello di supporto interessante perché è il precedente massimo storico raggiunto a dicembre 2017. Un nuovo test del picco precedente sarebbe un modello tecnico da manuale, che azzererebbe tutto e renderebbe il mercato dei derivati ​​meno affollato.

Dove andrà Bitcoin nel 2021?

Il mercato delle opzioni sta valutando un potenziale rally di Bitcoin fino a un massimo di $ 36.000 e $ 50.000 a medio termine. Ciò mostra che molti trader di opzioni si aspettano che il rally di Bitcoin continui nel 2021. Un trend rialzista più ampio tra l’inizio e la metà del 2021 significherebbe che BTC replica la tendenza post-dimezzamento che ha visto nel 2017. Nel 2016, Bitcoin ha visto il suo secondo blocco della ricompensa dimezzarsi e 15 mesi dopo, ha raggiunto il picco di circa $ 20.000.

Denis Vinokourov, capo della ricerca presso Bequant, ha detto a Cointelegraph che il prezzo del mercato delle opzioni Bitcoin a $ 36.000 durante un rally non significa necessariamente che i trader si aspettino che raggiunga $ 36.000. Ad esempio, ha spiegato che la probabilità di uno sciopero di $ 36.000 è attualmente del 12%, che è relativamente bassa. Quindi, mentre $ 36.000 e $ 52.000 potrebbero materializzarsi, per ora, la probabilità rimane ancora bassa:

“Il mercato delle opzioni riguarda tanto il commercio di prezzi errati e la copertura quanto un gioco direzionale. Il fatto che ci sia un enorme interesse aperto che poggia su uno strike così alto non significa che il sottostante verrà scambiato lì, anche se è ragionevole aspettarsi una certa attrazione dei prezzi. C’è anche un alto OI a $ 52.000, ma il delta (probabilità) è minimo del quattro percento “.

Guy Hirsch, amministratore delegato per gli Stati Uniti di eToro, ha affermato che l’interesse per le opzioni suggerisce che potrebbe verificarsi un rally a metà dei $ 30.000. Ma Hirsch ha sottolineato che è troppo presto per chiamare un picco per Bitcoin, soprattutto considerando che ha appena superato il massimo storico. Sono trascorse meno di 72 ore da quando BTC ha superato il suo massimo record e deve ancora stabilire un livello di supporto e livelli di resistenza a breve termine.

Lo scenario ribassista a breve termine mette Bitcoin a $ 20.000

Sia Vinokourov che Hirsch prevedono che probabilmente si verificheranno cali dopo il recente rally. Storicamente, durante i cicli rialzisti visti nel 2017 e nel 2019, Bitcoin ha registrato pullback dal 20% al 40%, utili per ripristinare il mercato dei derivati. I pullback possono rendere i rally più sostenibili perché impediscono che i trend rialzisti si surriscaldino e siano sopraffatti dagli acquirenti.

Hirsch ha detto a Cointelegraph che $ 20.000 e $ 15.000 sono aree potenziali in cui Bitcoin potrebbe correggersi se la fiducia diminuisse. Ma se lo slancio di Bitcoin continua a rafforzarsi, crede che Bitcoin potrebbe semplicemente consolidarsi più in alto. Anche in caso di pullback, Hirsch ha sottolineato che i cali sarebbero di breve durata a causa del chiaro aumento della domanda istituzionale. Ha spiegato: “O ci consolidiamo e ci muoviamo più in alto man mano che le istituzioni approfittano dell’opportunità di acquisto, o la fiducia diminuisce e vediamo un calo forse fino a $ 15.000, come hanno suggerito alcuni, incluso anche JP Morgan”.

In generale, gli analisti si aspettano che gli investitori istituzionali acquisiscano rapidamente ampie correzioni, se si verificano. Vinokourov ha detto che se si verificassero prese di profitto, sarebbero gli investitori istituzionali a riequilibrare i loro portafogli. Quindi, in questo scenario, gli investitori al dettaglio potrebbero iniziare a comprare il calo, con gli investitori istituzionali che accumulano in seguito. Sebbene le istituzioni abbiano continuato ad acquistare per tutto il 2020, alcune istituzioni e investitori accreditati hanno acquistato da $ 4.000, secondo Vinokourov, che ha aggiunto:

“L’azione dei prezzi dopo la rottura di $ 20.000 è stata molto unilaterale ma, allo stato attuale, non vi è alcun segno che la liquidità si esaurisca o che i market maker abbiano sbagliato e scoppiato. L’azione dei prezzi resta invece ben gestita grazie ad un afflusso di flussi retail, tanto quanto istituzionali. La presa di profitto non è ancora qualcosa che la vendita al dettaglio sembra prendere in considerazione, quindi qualsiasi riequilibrio da parte istituzionale sarà probabilmente soddisfatto da un flusso di acquisto in calo “.

Lo scenario più ideale per Bitcoin?

Bitcoin ha in continuo rialzo da settembre, con un calo importante a $ 16.000 a novembre. Oltre a questo, BTC non ha visto grandi pullback o lunghe compressioni come nel 2017. Questo ha indotto alcuni analisti a riflettere se le dinamiche di mercato sono cambiate per Bitcoin e le correzioni di grandi dimensioni sono meno probabili.

Uno dei motivi principali alla base della mancanza di correzioni severe è il calo della dipendenza di Bitcoin dal mercato dei futures. I volumi spot sono aumentati, alimentati dalla crescente domanda istituzionale in sedi come Grayscale, CME e Bakkt. Quindi, le compressioni lunghe e corte potrebbero avere un impatto minore sull’andamento dei prezzi di Bitcoin.

La tendenza più favorevole per Bitcoin, secondo Hirsch, sarebbe l’istituzione di una chiara area di supporto e l’abbassamento della volatilità, almeno per un po ‘. La volatilità del Bitcoin è aumentata intensamente per un periodo prolungato, il che ha scosso i mercati ogni volta che si è verificato un movimento di prezzo importante. Secondo Hirsch: “È importante rendersi conto che, ogni mese che passa, abbiamo costantemente raggiunto massimi e minimi più alti. Quest’ultimo è importante perché è un forte indicatore di maggiore adozione. “