Indice del dollaro USA, DXY, Federal Reserve, aiuti fiscali statunitensi, richieste di sussidi di disoccupazione – Punti di discussione:

  • Il Dollaro australiano è precipitato durante la sessione di negoziazione asiatica dopo che il governatore della RBA ha segnalato che un ulteriore allentamento potrebbe essere sul tavolo a novembre.
  • I dati imminenti sui reclami senza lavoro possono dettare le prospettive per il Dollaro Americano in assenza di aiuti fiscali tanto necessari.
  • L’indice del dollaro USA (DXY) potrebbe rimbalzare più in alto nel breve termine poiché il prezzo si mantiene al di sopra del supporto chiave.

Riepilogo Asia-Pacifico

Il dollaro statunitense associato al paradiso e Yen Giapponese ha preso d’assalto durante il commercio Asia-Pacifico, poiché le speranze di un pacchetto di aiuti fiscali statunitensi al termine delle elezioni presidenziali del 3 novembre sono quasi svanite.

Il dollaro australiano sensibile al commercio è precipitato al ribasso dopo che i commenti del governatore della Reserve Bank of Australia Phillip Lowe hanno suggerito che un taglio di 15 punti base e un programma ampliato di acquisto di obbligazioni potrebbero essere sul tavolo della prossima riunione della banca centrale.

Oro è sceso dello 0,2% e argento è sceso verso i $ 24 / oz quando i rendimenti del Tesoro USA a 10 anni sono scesi allo 0,7%.

Guardando al futuro, le cifre sulle richieste di sussidio di disoccupazione negli Stati Uniti e un discorso del presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde sono i titoli principali del registro economico.

Grafico di reazione del mercato creato utilizzando TradingView

I dati sulle richieste di sussidio di disoccupazione potrebbero alimentare USD

I prossimi dati sulle richieste di sussidio di disoccupazione potrebbero dettare le prospettive a breve termine per il dollaro USA associato al paradiso, poiché i commenti del segretario al Tesoro Steven Mnuchin smorzano le speranze di aiuti fiscali.

Mnuchin ha affermato che sebbene lui e la presidente della Camera Nancy Pelosi “continuino a fare progressi su alcune questioni, continuiamo a essere molto distanti su altre”, aggiungendo che “fare qualcosa prima delle elezioni e metterlo in atto sarebbe difficile“.

È probabile che questa interruzione dei negoziati riguardi il presidente Jerome Powell e la Federal Reserve visti i verbali del Comitato federale del mercato apertoLa riunione sulla politica monetaria (FOMC) di settembre ha mostrato che la banca centrale ritiene che l’assenza di “un pacchetto fiscale aggiuntivo correlato alla pandemia” potrebbe vedere la crescita “rallentare a un ritmo più veloce del previsto nel quarto trimestre”.

Prospettive per il dollaro USA: DXY lotta mentre la Fed chiede uno stimolo fiscale

Calendario economico DailyFX

Il vicepresidente della Federal Reserve Richard Clarida ha anche sottolineato la necessità di “ulteriore supporto dalla politica fiscale” dato che “ci vorrà del tempo per tornare ai livelli di attività economica e occupazione che prevalevano al picco del ciclo economico a febbraio”.

Tuttavia, è ancora da vedere se questi sviluppi indurranno la Fed ad adeguare le sue impostazioni di politica monetaria nel frattempo, dato che il bilancio della banca centrale si è notevolmente stabilizzato negli ultimi mesi dopo aver raggiunto un picco di oltre 7 trilioni di dollari a giugno.

Pertanto, i dati economici imminenti probabilmente determineranno il sentimento se il blocco nei negoziati fiscali degli Stati Uniti continuerà, con un aumento indesiderato delle richieste di sussidio di disoccupazione che potenzialmente intensificherà la necessità di un ulteriore supporto fiscale e, a sua volta, alimenterà il dollaro USA anti-rischio.

Al contrario, cifre migliori del previsto possono placare le preoccupazioni degli investitori e indirizzare i flussi di capitale verso attività sensibili al rischio.

Prospettive per il dollaro USA: DXY lotta mentre la Fed chiede uno stimolo fiscale

Fonte dati – Federal Reserve

Grafico giornaliero dell’Indice del dollaro USA (DXY) – Azienda di tenuta del canale discendente

Da un punto di vista tecnico, l’outlook dell’Indice del dollaro USA (DXY) rimane sbilanciato al ribasso, poiché il prezzo continua a seguire i confini di un canale discendente.

Detto questo, un rimbalzo a breve termine verso la resistenza del canale e il minimo di settembre 2018 (93,81) potrebbe essere imminente, se il supporto alla media mobile a 50 giorni che definisce il trend (93,29) dovesse rimanere fermo.

Inoltre, la divergenza rialzista nascosta dell’RSI è indicativa di una crescente pressione all’acquisto e potrebbe alla fine innescare un’impulso impulsivo verso il massimo mensile (94,03), se il prezzo può ostacolare la resistenza alla 21-DMA (93,67).

Tuttavia, la mancata violazione della 21-DMA (93,67) segnalerebbe probabilmente la ripresa del trend ribassista primario, con una rottura al di sotto del supporto psicologico a quota 93,00 necessaria per ritagliarsi un percorso per testare il minimo annuale (91,75).

Prospettive per il dollaro USA: DXY lotta mentre la Fed chiede uno stimolo fiscale

Grafico giornaliero dell’Indice del dollaro USA (DXY) creato utilizzando TradingView

– Scritto da Daniel Moss, analista per DailyFX

Seguimi su Twitter @DanielGMoss





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here