L’exchange di criptovalute DragonEx sta introducendo una misura provvisoria per reintrodurre i prelievi dopo alcuni problemi il mese scorso.

Secondo un funzionario annuncio l’8 novembre DragonEx introduce una soluzione temporanea per consentire i prelievi di criptovaluta. Lo scambio richiederà ai suoi utenti di acquisire i cosiddetti token “DragonEx Withdraw Quota”. Un DWQ consentirà il ritiro di asset del valore di 1 Tether (USDT).

I dirigenti di DragonEx hanno affermato che i clienti possono acquisire DWQ tramite negoziazione, prestito ipotecario o deposito. “Quando gli utenti effettuano un prelievo, verrà consumato lo stesso valore di DWQ”, si legge nell’annuncio.

Secondo l’exchange, i prelievi basati su DWQ sono una soluzione temporanea in risposta ai problemi in corso presso DragonEx.

Il 21 ottobre, DragonEx lo ha detto depositi e prelievi sospesi di tutte le valute digitali a causa di problemi alimentati da Blocco dei prelievi in ​​corso da parte di OKEx. La borsa ha lavorato a un piano di ristrutturazione per riprendere quei servizi sulla piattaforma. I rappresentanti di DragonEx hanno affermato che la piattaforma verrà chiusa se non riusciranno a riorganizzarsi con successo entro il 2 novembre. Nell’annuncio di ieri lo scambio ha dichiarato:

“Recentemente DragonEx ha cercato attivamente investimenti esterni, tuttavia il processo richiede tempo ed esiste anche l’incertezza. Al fine di ridurre i tempi di attesa, DragonEx prevede di ripristinare gradualmente il ritiro dei token attraverso una soluzione temporanea “.

Se la piattaforma dovesse diventare nuovamente redditizia, restituirà prelievi regolari, eliminerà il requisito e il meccanismo DWQ e distruggerà tutti i token DWQ.

Cointelegraph ha contattato DragonEx per ulteriori dettagli, ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here