Il prezzo di Bitcoin (BTC) è stato compreso tra $ 9.800 e $ 10.500 per quasi una settimana dopo un breve calo da quasi $ 12.100 visto il 1 settembre. Mentre BTC fatica a mostrare un movimento di prezzo distintivo, i trader sono generalmente cauti.

Nel medio-lungo termine, i trader si aspettano che Bitcoin si riprenda e percepiscono la fase di consolidamento in corso come un salutare ritiro. Dal 16 luglio al 17 agosto, Bitcoin è passato da $ 9.005 a $ 12.486 su Coinbase, con un pullback probabilmente necessario per neutralizzare il mercato dei futures.

Gran parte del volume giornaliero di Bitcoin proviene dal mercato dei futures. Gli scambi di futures di criptovaluta utilizzano un meccanismo chiamato “finanziamento” per raggiungere un equilibrio nel mercato Bitcoin. Il meccanismo obbliga i detentori di contratti lunghi a compensare i venditori allo scoperto per una parte delle loro posizioni se il mercato è maggioritario e viceversa.

In genere, quando il rally del Bitcoin diventa eccessivo, il mercato dei futures diventa sovraffollato e i tassi di finanziamento aumentano. In caso di pullback, consente di stabilizzare i tassi di finanziamento, riducendo la probabilità di una compressione lunga o breve.

Spiegazione del ribasso di BTC a breve termine

Parlando con Cointelegraph, Dennis Vinokourov, capo della ricerca presso il fornitore di criptovalute e brokeraggio istituzionale BeQuant, e Guy Hirsch, amministratore delegato della piattaforma di trading e brokeraggio eToro, hanno rivelato che le prospettive a medio termine di Bitcoin sono positive a causa di vari fattori fondamentali e tecnici.

Dopo il rifiuto di Bitcoin a $ 12.000, gli analisti hanno attribuito molti fattori al declino di BTC. Come ha sottolineato Vinokourov: “La riduzione aggressiva del posizionamento affollato relativo agli asset DeFi” potrebbe aver contribuito al calo. Tuttavia, altri fattori come le balene che prendono profitto, i minatori che vendono le loro scorte e un importante scambio sudcoreano Bithumb secondo quanto riferito, oggetto di irruzione da parte della polizia tutti avrebbero potuto esercitare pressioni di vendita su Bitcoin. Hirsch ha sottolineato che nei periodi di bassa volatilità, i cali di prezzo possono essere intensificati quando sul mercato sono presenti meno trader:

“I pool minerari si stanno spostando più del solito sui volumi di Bitcoin negli scambi mentre cercano di coprire le loro spese generali, e gli investitori sono stati recentemente più riservati (anche per la solita pausa estiva). Volumi inferiori significano volatilità e cali di prezzo possono essere più drastici di quanto sarebbero normalmente durante sessioni di trading più pesanti “.

Vinokuorov ha affermato che il ritiro potrebbe avvantaggiare Bitcoin nei mesi a venire, poiché il rifiuto del prezzo non è un evento negativo se il mercato dovesse calmarsi di conseguenza. Ha anche notato che il flusso speculativo e con leva finanziaria dei trader si allineerebbe dopo un periodo di consolidamento:

“La scoperta e il consolidamento dei prezzi dopo una forte corsa al rialzo è un’indicazione di un flusso di mercato a due vie sano. Il rifiuto del prezzo non è necessariamente un cattivo sviluppo, in quanto offre agli operatori di mercato l’opportunità di fare il punto della situazione e cercare di allineare gli interessi sia del flusso con leva / speculativa che di quelli dei detentori di lungo termine “.

Le prospettive a lungo termine di Bitcoin

Verso il quarto trimestre del 2020, gli analisti rimangono neutrali o rialzisti sull’andamento dei prezzi di Bitcoin e l’abbondanza di fattori tecnici e fondamentali potrebbe sostenere il sentiment intorno a BTC da novembre a dicembre. Storicamente, BTC ha registrato ottime performance negli ultimi due mesi dell’anno. In particolare, BTC è salito a un nuovo massimo storico a dicembre 2017.

I potenziali catalizzatori tecnici includono la chiusura della candela mensile di Bitcoin sopra $ 11.600 per la prima volta dal 2017 e il raggiungimento del livello di resistenza di $ 12.000. Anche se brevemente, ha segnato un importante breakout dopo essere sceso a soli $ 3.596 su BitMEX nel marzo 2020.

I fattori fondamentali che potrebbero contribuire al trend rialzista di Bitcoin sono il rafforzamento delle infrastrutture, l’aumento dell’inflazione e i tassi di interesse prossimi allo zero. Un contesto di tassi di interesse bassi aumenta il rialzo dell’oro e potenzialmente del Bitcoin perché potrebbe abbassare il valore del dollaro USA. Hirsch ha detto:

“Credo che questo sentimento ribassista sia a breve termine e ci sono alcuni sviluppi positivi che supportano la continua crescita di BTC, come la politica della Fed di tassi di interesse prossimi allo zero per il considerevole futuro.”

Ha anche aggiunto che un breakout di Bitcoin è possibile a breve termine se la percezione di Bitcoin come copertura contro l’inflazione migliora. Nell’ultimo mese, le società pubbliche e gli investitori istituzionali hanno acquistato miliardi di dollari in Bitcoin. MicroStrategy, una società quotata nel mercato azionario statunitense, ha investito $ 250 milioni in BTC come risorsa di tesoreria principale dell’azienda.

Sulla base della crescente domanda di Bitcoin come potenziale copertura contro l’inflazione e del tono intorno a BTC impostato dai giganti di Wall Street come Paul Tudor Jones, Hirsch ritiene che un’altra grande impennata sia una possibilità: “Il tentativo della Federal Reserve di sostenere l’economia potrebbe alimentare investitori a guardare più da vicino a Bitcoin per una serie di motivi, con conseguente aumento positivo per il più grande asset digitale “.

BTC entra nell’incertezza

Ma a breve termine, gli analisti tecnici rimangono divisi sull’andamento dei prezzi di Bitcoin, sebbene concordino sul fatto che l’azione dei prezzi di Bitcoin rallenterà. Un trader pseudonimo noto come “Bitcoin Jack” disse Bitcoin potrebbe trovarsi in un cuneo discendente che ha una probabilità del 50% di rompersi o scendere: “BTC testando il 128 DMA – storicamente spesso un livello di supporto / resistenza sul prezzo di tendenza. Testando anche il supporto HTF: l’LTF non mi ha ancora convinto. Se LTF può mostrare forza, voglio più lunghi “.

Lo scenario rialzista per Bitcoin a breve termine porterebbe a un nuovo test del livello di resistenza di $ 11.000, basato sul grafico sopra. Uno scenario ribassista provocherebbe un altro calo a $ 9.000, portando potenzialmente BTC al divario CME di $ 9.650 che non è stato ancora colmato.

Poiché le balene Bitcoin spesso segnano i massimi e i minimi per BTC, c’è una forte possibilità che BTC possa scendere fino a $ 8.800, che è stata identificata come area di acquisto da loro. Un commerciante pseudonimo riconosciuto come “Salsa Tekila” disse: “Se BTC ripercorre il 30-45% dal massimo come nel 2017 (le prestazioni passate non prevedono il futuro), ci porterebbe da qualche parte tra $ 6,850 e $ 8,650.”

Ma Hirsch ha affermato che nei precedenti cicli di mercato, Bitcoin ha registrato un rally all’inizio di novembre, in vista delle festività chiave in Asia: “Abbiamo visto questi rally accadere un certo numero di volte, e quindi non sarei sorpreso se un rally di Bitcoin accadesse questo anche l’anno. ” Inoltre, Vinokourov ritiene che Bitcoin potrebbe ritestare presto il valore di $ 12.000, poiché “il numero di Bitcoin bloccati su Ethereum ha continuato a crescere anche se l’importo totale bloccato nell’ecosistema è diminuito”.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here