Panoramica di Central Bank Watch:

  • I responsabili delle politiche della Federal Reserve si stanno dirigendo verso la decisione sui tassi di aprile la prossima settimana, ma ciò non significa che la politica si stia dirigendo verso nuove prospettive.
  • Nelle ultime quasi due settimane, i funzionari della Fed sono stati estremamente disciplinati rispetto al persistente tamburo di mantenere bassi i tassi e la politica accomodante all’inizio della ripresa dell’economia statunitense dalla pandemia di coronavirus.
  • I futures sui fondi federali vedono ancora una probabilità superiore al 90% che i mercati dei tassi rimarranno bloccati fino all’inizio del 2022.

Tutti insieme adesso: in attesa

In questa edizione di Central Bank Watch, lo faremo rivedere i discorsi fatti la scorsa settimana da vari politici della Federal Reserve, compreso lo stesso presidente della Fed. Nel lungo periodo precedente la riunione del 28 aprile, i politici della Fed sono stati estremamente più presenti nelle macchinazioni quotidiane dei mercati finanziari; infatti, nelle due settimane trascorse dalla precedente edizione della Fed di Central Bank Watch dell’8 aprile, abbiamo ascoltato oratori della Fed in almeno sette giorni separati.

Per ulteriori informazioni sulle banche centrali, visitare il DailyFX Central Bank Release Calendar.

Previsioni USD

Consigliato da Christopher Vecchio, CFA

Ottieni la tua previsione gratuita in USD

La Federal Reserve si riunisce la prossima settimana

I politici della Federal Reserve si stanno dirigendo verso la loro decisione sui tassi di aprile che culmina il 28 aprile, ma ciò non significa che presto la politica si stia dirigendo verso nuovi luoghi. Nelle ultime quasi due settimane, i funzionari della Fed sono stati estremamente disciplinati rispetto al persistente tamburo di mantenere bassi i tassi e la politica accomodante all’inizio della ripresa dell’economia statunitense dalla pandemia di coronavirus.

11 aprile – Powell (presidente della Fed) promette di mantenere l’allentamento in atto, dando un tono ottimista, notando wCi sentiamo come se fossimo in un luogo in cui l’economia sta per iniziare a crescere molto più rapidamente e la creazione di posti di lavoro sta arrivando molto più rapidamente “.

12 aprile – Bullard (presidente di St. Louis) afferma che ottenere i tre quarti della popolazione vaccinata sarebbe una “condizione necessaria” per la Fed per considerare di ridurre il suo programma di acquisto di obbligazioni.

Rosengren (presidente di Boston) afferma che la Fed deve stare attenta a permettere che l’inflazione superi il limite, dicendo “in nel dopoguerra non abbiamo avuto un’esperienza pandemica con un nuovo quadro di politica monetaria con una politica fiscale molto aggressiva che si svolgeva contemporaneamente “.

13 aprile – Harker (presidente di Filadelfia) dice che la Fed non cambierà presto rotta, notando fo ora, la politica della Fed rimarrà stabile. Manterremo il tasso sui fondi federali molto basso e continueremo a fare più di 100 miliardi di dollari in acquisti mensili di buoni del tesoro e titoli garantiti da ipoteca “. Questa posizione non rifletteva una mancanza di ottimismo sull’economia, poiché ha anche affermato di essere “aspettandosi che la crescita del PIL si aggiri tra il 5% e il 6% nel 2021 … il mercato del lavoro parallelamente alla crescita del PIL e la disoccupazione diminuirà nel corso di quest’anno. “

Barkin (presidente di Richmond) dice che vede “Forze disinflazionistiche a lungo termine, come il potere dei big-box retailer nei reparti acquisti, come la trasparenza dei prezzi consentita da Internet e come l’accesso globale a prodotti e talenti a basso costo”.

14 aprile – Powell fornisce chiarezza sulla sequenza temporale relativa al tapering e agli aumenti dei tassi, affermando che “Raggiungeremo il momento in cui ridimensioneremo gli acquisti di asset quando avremo compiuto ulteriori progressi sostanziali verso i nostri obiettivi dallo scorso dicembre, quando abbiamo annunciato quella guida … che con ogni probabilità sarebbe stata prima – molto prima – del tempo prendiamo in considerazione l’aumento dei tassi di interesse. Non abbiamo votato su quell’ordine, ma questo è il senso della guida “.

Viene pubblicato il Beige Book, che offre un tema limitato: i riferimenti alla “carenza” o “carenza” di manodopera e / o materiale sono annotati quasi 40 volte, a causa di una combinazione di lavoratori che cercano salari più alti e la crisi del canale di Suez che crea un arretrato commercio.

15 aprile – Bostic (presidente di Atlanta) dice che la Fed è “adotteremo un approccio in cui non tenteremo preventivamente di rallentare l’economia e impedire che si surriscaldi “. Ha sottolineato la sua posizione annotando wQuello che abbiamo visto negli ultimi 10 anni è che l’economia può diventare molto più calda di quanto ci saremmo mai aspettati senza vedere quell’inflazione “.

Daly (presidente di San Francisco) parlando della riforma finanziaria dice che la Fed non “vogliamo andare così in fretta che perdiamo discussioni importanti che metterebbero in risalto il commerciooff, ma vogliamo avere un paziente senso di urgenza. “

16 aprile – Waller (governatore della Fed) si unisce al suono del tamburo di segnalare risolutamente il supporto in corso, dicendo “jAnche perché i tassi di crescita sono davvero buoni e sembra che tutto stia andando nella giusta direzione, stiamo ancora cercando di recuperare molto terreno “. Inoltre, ha detto che “wAbbiamo una lunga strada da percorrere. Non c’è motivo di staccare la spina dal nostro supporto fino a quando non avremo davvero superato tutto questo “.

20 aprile – Powell, in una risposta scritta al senatore Rick Scott (R-FL) ottenuta da Reuters, minimizza le minacce di inflazione, dicendo che la Fed non “cerchiamo un’inflazione che superi sostanzialmente il 2 percento, né cerchiamo un’inflazione superiore al 2 percento per un periodo prolungato “.

Aspettative sui tassi di interesse della Federal Reserve (22 aprile 2021) (Tabella 1)

Central Bank Watch: discorsi della Fed, aggiornamento delle aspettative sui tassi di interesse

I responsabili delle politiche della Fed sono stati disciplinati con i loro messaggi nelle ultime settimane, così disciplinati che i mercati dei tassi non si sono mossi nel periodo intermedio dalla nostra precedente edizione Fed di Central Bank Watch. Come l’8 aprile, i futures sui Fed funds stanno ancora scontando una probabilità del 91% di non cambiare i tassi della Fed fino a gennaio 2022. Se il passato è un prologo, non è previsto alcun cambiamento nelle prospettive per il prossimo futuro.

Indice IG Client Sentiment: Previsione tasso USD / JPY (22 aprile 2021) (Grafico 1)

Central Bank Watch: discorsi della Fed, aggiornamento delle aspettative sui tassi di interesse

USD / JPY: I dati dei trader al dettaglio mostrano che il 53,13% dei trader è long-net con un rapporto tra trader long-short a 1,13 a 1. Il numero di trader net-long è superiore del 10,65% rispetto a ieri e del 25,51% rispetto alla scorsa settimana, mentre il numero dei trader net-short è inferiore dello 0,49% rispetto a ieri e del 6,64% rispetto alla scorsa settimana.

Di solito adottiamo una visione contrarian per affollare il sentiment, e il fatto che i trader siano net-long suggerisce Dollaro statunitense/Yen giapponese i prezzi potrebbero continuare a scendere.

I trader sono più long net rispetto a ieri e alla scorsa settimana, e la combinazione del sentiment attuale e dei recenti cambiamenti ci dà un più forte pregiudizio di trading contrarian ribassista USD / JPY.

— Scritto da Christopher Vecchio, CFA, Senior Currency Strategist





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here