Sebbene l’origine precisa della pandemia COVID-19 sia sconosciuta, lo è infetto più di 30 milioni di persone, di cui quasi 1 milione è stato confermato che sia morto a causa di esso mentre continua a diffondersi in tutto il mondo. Il virus altamente contagioso ha la capacità di sopravvivere fino a tre settimane in scorte alimentari congelate di carne e pesce, secondo a studia.

Relazionato: Le transazioni illegali di crittografia stanno ricevendo maggiore attenzione dal governo

Gli Stati Uniti, il paese più colpito per numero, stanno ora affrontando due crisi sanitarie che si intersecano: il in corso epidemia di overdose da oppioidi e pandemia di coronavirus con oltre 200.000 morti confermate per COVID-19, che rappresenta circa il 20% dei casi di morte totali globali. Purtroppo, ognuno ha il potenziale per esacerbare gli effetti dell’altro. Tuttavia, in un annuncio di speranza, il US Naval Research Laboratory divulgato che hanno trovato un modo sicuro per monitorare la diffusione del COVID-19 e di altre malattie contagiose da una cellula all’altra del corpo umano.

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie rapporti che i decessi per overdose di droga sono in aumento da diversi anni in tutti i gruppi demografici negli Stati Uniti. Più precisamente, i focolai catastrofici di COVID-19 casi sono stati registrati nelle carceri gremite degli Stati Uniti, nelle prigioni e nei centri di detenzione per secondo all’epidemiologo Dr. Chris Beyrer.

Sovraffollamento, scarsa igiene, accesso inadeguato alle cure mediche, nonché la popolazione incarcerata che soffre di una serie di condizioni preesistenti, compreso il disturbo da uso di sostanze che è stimato al 65%, hanno creato una tempesta perfetta per un’epidemia di COVID-19. Attualmente, i tassi di infezione da COVID-19 nelle sole carceri superare i casi totali di alcuni paesi.

Darknet e le epidemie

In qualità di leader mondiale nella detenzione, gli Stati Uniti imprigionano molti per reati legati alla droga. Anche questi includere adolescenti che gestiscono Bitcoin (BTC) aziende di droga sulla darknet.

Una task force transnazionale sia degli Stati Uniti che dell’Europa – la Joint Criminal Opioid and Darknet Enforcement, o J-CODE – combatte il complesso e mortale minaccia delle vendite online di droghe darknet negli oppioidi, in particolare fentanil, con l’assistenza dell’FBI statunitense, della DEA, dell’USPIS, dell’ICE of Homeland Security Investigations, del CBP, del DOJ, del DOD ed Europol.

All’inizio di quest’anno, Christopher Wray, il direttore dell’FBI, in un rapporto al Comitato giudiziario della Camera, notato:

“Oggi, le imprese criminali internazionali gestiscono schemi multinazionali da molti miliardi di dollari dall’inizio alla fine. Le moderne imprese criminali sono reti piatte e fluide con portata globale. […] Le reti transnazionali della criminalità organizzata sfruttano istituzioni legittime per servizi finanziari e aziendali fondamentali che consentono l’archiviazione o il trasferimento di proventi illeciti. […] Il traffico illecito di stupefacenti continua a rappresentare una minaccia crescente. Grandi quantità di eroina di alta qualità ea basso costo e di fentanil illecito stanno contribuendo a un numero record di morti per overdose e dipendenze potenzialmente letali a livello nazionale. L’accessibilità e la comodità del commercio di droga online contribuisce all’epidemia di oppioidi negli Stati Uniti “

Con la pandemia COVID-19, il traffico di droga – proprio come il resto dell’economia – si è ulteriormente spostato online sulla darknet, secondo al recente rapporto mondiale sulla droga dell’UNODC.

Timothy J. Shea, l’amministratore ad interim della US Drug Enforcement Agency, ha evidenziato:

“Con l’evoluzione della tecnologia, anche le tattiche dei trafficanti di droga si sono evolute. Cavalcando l’onda dei progressi tecnologici, i criminali tentano di nascondere ulteriormente le loro attività all’interno del dark web attraverso reti private virtuali e code, presentando nuove sfide alle forze dell’ordine nella dura battaglia contro le droghe illegali “.

Per una relazione sullo stato di avanzamento del lavoro del J-CODE, i senatori statunitensi Maggie Hassan, Dianne Feinstein e John Cornyn chiesto l’ufficio del procuratore generale degli Stati Uniti e l’FBI in una lettera se il DOJ ha un sistema che tiene traccia delle accuse e delle indagini relative a crimini che coinvolgono la darknet e gli oppioidi; se le autorità sono state in grado di determinare da quali paesi provengono gli oppioidi sulla darknet; e se ci sono società tecnologiche che forniscono comunicazioni sicure o crittografate che non collaborano con le forze dell’ordine per quanto riguarda il traffico di droga.

Secondo il recente Global Crypto Adoption Index di Chainalysis, L’Europa orientale rappresenta una maggiore attività del mercato darknet globale rispetto a qualsiasi altra regione, con la maggior parte delle attività di criptovaluta e transazioni di trading peer-to-peer darknet che si verificano su Hydra Marketplace, a cui è possibile accedere solo con un browser anonimo come The Onion Router o TOR.

Informazioni su Onion Router

Il principio fondamentale di TOR era sviluppato a metà degli anni ’90 dai dipendenti dell’NRL statunitense – il matematico Paul Syverson e gli scienziati informatici Michael G. Reed e David Goldschlag – per facilitare la comunicazione di intelligence online crittografata degli Stati Uniti con fonti di intelligence in tutto il mondo. Il routing Onion – crittografare le comunicazioni e “rimbalzarle” attorno a una rete di nodi in modo che nessuno possa accertare da dove provengono – era più lontano sviluppato dalla Defense Advanced Research Projects Agency, un’agenzia di ricerca e sviluppo del DOD statunitense, nel 1997.

Nel 2002, la versione alfa di TOR è stata sviluppata da Syverson e dagli scienziati informatici Roger Dingledine e Nick Mathewson, con un “TOR: The Second-Generation Onion Router” di seconda generazione rilasciato dal Naval Research Laboratory con licenza gratuita due anni dopo. La Electronic Frontier Foundation ha iniziato a finanziare Dingledine, Mathewson e altri per continuare lo sviluppo di TOR fino a quando non hanno lanciato “The TOR Project”, un’organizzazione senza scopo di lucro per aiutare a mantenere la rete. Prima del 2014, la maggior parte delle fonti di finanziamento per TOR proveniva dal governo degli Stati Uniti.

TOR è il massimo popolare mezzi con cui le persone accedono a siti darknet criptati e nascosti ai motori di ricerca tradizionali, consentendo agli utenti di interagire con un alto grado di riservatezza. TOR ha diversi motori di ricerca, directory e wiki nascosti che gli utenti possono facilmente utilizzare per navigare nella darknet.

L’anonimato della darknet ha promosso crimini come il traffico di stupefacenti e il riciclaggio di denaro con l’uso di criptovaluta. Nel 2010, con il lancio di Bitcoin e con gli attivisti informatici coinvolti nei movimenti della Primavera araba, i siti che offrono quasi ogni tipo di servizio illecito immaginabile hanno subito un’esplosione.

I criminali preferiscono utilizzare la darknet abbinata a tumbler di criptovaluta o servizi di miscelazione, che vengono trasmessi da persona a persona senza supervisione da parte di governi o banche centrali, per oscurare il percorso verso la fonte originale del fondo mentre pagano beni e servizi illeciti.

Secondo quanto riferito, Hydra, il più grande mercato di darknet, lo è stato pianificazione per espandersi nella parte inglese della darknet lanciando Eternos, una nuova darknet chiamata AspaNET che sarà un’alternativa a TOR.

Conclusione

In una DEA annuncio, “Il Dipartimento di Giustizia, attraverso il team Joint Criminal Opioid e Darknet Enforcement, si è unito a Europol per annunciare i risultati dell’operazione DisrupTor, uno sforzo internazionale coordinato per interrompere il traffico di oppioidi sulla Darknet.” Le forze dell’ordine hanno arrestato 179 persone e sequestrato più di 6,5 milioni di dollari in contanti e valuta digitale e 500 chilogrammi di droga in un giro di vite mondiale sul traffico di oppioidi sulla darknet.

Il Wray dell’FBI notato che “con il picco dei decessi per overdose correlati agli oppioidi durante la pandemia COVID-19, riconosciamo che l’annuncio di oggi è importante e tempestivo”. Ha aggiunto:

“L’FBI vuole assicurare al pubblico americano, e al mondo, che ci impegniamo a identificare gli spacciatori della Darknet e ad assicurarli alla giustizia. Ma il nostro lavoro non si esaurisce con l’annuncio di oggi. L’FBI, attraverso JCODE e la nostra partnership con Europol, continua a essere attivamente impegnato in uno sforzo congiunto per interrompere il commercio mondiale e senza confini di droghe illecite. L’FBI continuerà a utilizzare tutte le tecniche e gli strumenti investigativi per identificare e perseguire i trafficanti di oppioidi Darknet, ovunque si trovino “.

Le opinioni, i pensieri e le opinioni qui espresse sono esclusivamente dell’autore e non riflettono o rappresentano necessariamente le opinioni e le opinioni di Cointelegraph.

Selva Special, Esq., CPA è un avvocato fiscale internazionale e un contabile pubblico certificato che scrive frequentemente di questioni fiscali, legali e contabili per le note fiscali, Bloomberg BNA, altre pubblicazioni e l’OCSE.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here