Nonostante l’incertezza di quest’anno che ha afflitto l’economia globale, il 2020 diventerà l’anno delle stablecoin a causa dell’enorme crescita del settore digitale, con nuovi sviluppi che emergeranno su tutta la linea. Mentre alcuni attribuiscono questa crescita al crescente interesse per la finanza decentralizzata tra gli appassionati di criptovaluta, altri la vedono come una tendenza rialzista che conferma l’afflusso di valuta fiat nell’ecosistema crittografico.

Man mano che il settore DeFi continua a crescere, aumenta anche la popolarità delle stablecoin, utilizzate per ottenere rendimenti elevati da vari progetti di prestito decentralizzati. Le stablecoin sono utili anche per la loro capacità di colmare il divario tra valute legali e risorse digitali. Le stablecoin hanno iniziato l’anno in modo positivo, come volume transazionale cumulativo superato il segno di $ 90 miliardi in un trimestre finanziario per la prima volta in assoluto. Sebbene Tether (USDT) detiene ancora la parte del leone nel mercato delle stablecoin, Dai e USDC ha visto infatti una crescita nel corso del 2020.

Dal concepimento della prima stablecoin nel 2012 con la proposta del Mastercoin progetto come un modo per legare le criptovalute alle risorse tradizionali per mitigare la volatilità dei prezzi, gli sviluppatori si sono abituati a utilizzare il dollaro USA come risorsa stabile di riferimento.

Attualmente, tuttavia, gli sviluppatori stanno sperimentando altri asset stabili come l’oro, altre valute legali e persino le criptovalute. Ecco uno sguardo aggiornato sullo stato attuale dell’adozione delle stablecoin come elenco delle stablecoin con le migliori prestazioni sul mercato.

Monete stabili legate all’USD

Tether (USDT)

Come ogni altra stablecoin, Tether è stato progettato per consentire agli investitori di immagazzinare i profitti dal trading di criptovalute su una criptovaluta legata al dollaro. Per citare il sito web: “Ogni Tether è sempre garantito 1 a 1, dalla valuta tradizionale detenuta nelle nostre riserve”. Ciò significa che per ogni moneta USDT, c’è un $ 1 equivalente nella riserva della società. Attualmente, Tether è la stablecoin più popolare, con una capitalizzazione di mercato di oltre $ 15 miliardi e un volume di scambi giornalieri superiore a $ 40 miliardi, secondo a Coinmarketcap.

Nonostante le affermazioni della società emittente di Tether secondo cui i token sono garantiti al 100% da riserve liquide, in passato numerose parti hanno sollevato dubbi sulle affermazioni dell’azienda. Ma polemiche a parte, il numero di USDT in circolazione è recentemente aumentato da poco più di $ 4 miliardi in circolazione all’inizio del 2020 a un ben 15 miliardi di dollari. La maggior parte degli esperti ritiene che la DeFi abbia contribuito enormemente al conio di massa di USDT.

Inoltre, la rapida crescita del dominio di USDT ha visto la moneta sorpassare giganti piattaforme di pagamento come Bitcoin e PayPal in termini di valore medio di trasferimento giornaliero, a oltre $ 3,5 miliardi. Con la sua crescente popolarità, Tether ora intende farlo migrare la maggior parte della sua offerta a reti più veloci, poiché la rete Ethereum continua a subire un aumento delle tariffe del gas.

Moneta USD (USDC)

Emesso da Circle, un fornitore di servizi finanziari incentrato sulla blockchain, USD Coin è stato lanciato nel 2018 come stablecoin ancorato al dollaro USA con un rapporto 1: 1. In termini di trasparenza della stablecoin, Circle afferma sul suo sito Web che le riserve USDC sono controllate mensilmente e pubblicate per il pubblico dai migliori servizi di contabilità.

Come Tether, USDC ha registrato una rapida crescita, con una maggiore circolazione superiore a $ 1,8 miliardi negli ultimi sei mesi. Proprio di recente, Center (un consorzio fondato da Circle e Coinbase per lo sviluppo della gestione di USDC) annunciato l’espansione di USDC da Ethereum ad ulteriori blockchain. La mossa è impostata per garantire che USDC rimanga abbastanza flessibile per le innovazioni finanziarie su larga scala che emergono tra i progetti DeFi.

Paxos standard (PAX)

Secondo il suo sito web, Paxos, la società dietro la stablecoin PAX Standard, afferma che la sua stablecoin è la più liquida e ben regolamentata al mondo. Con la sua quotazione in oltre 150 borse, PAX vanta oltre $ 100 milioni di volume di scambi giornalieri e un totale di $ 2 miliardi di monete PAX coniate in circolazione.

Come i suoi colleghi, PAX è confezionato come un dollaro digitale che può essere utilizzato per spostare denaro rapidamente in tutto il mondo e in qualsiasi momento. Lo stablecoin si basa sul protocollo ERC-20 di Ethereum ei fondi del cliente sono detenuti in conti separati assicurati dalla Federal Deposit Insurance Corporation.

Binance (BUSD)

Lanciato tramite una partnership tra uno dei più grandi scambi di criptovalute e Paxos, Binance USD (BUSD) è una stablecoin ancorata al dollaro USA. Lo stablecoin ha finora ha ricevuto l’approvazione dal Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York. Ciò consente ad altre istituzioni finanziarie nell’area di NewYork di custodire BUSD senza bisogno di licenze di custodia preventive da parte del NYDFS.

In una corsa per affermarsi come stablecoin di riferimento per le applicazioni DeFi, Binance USD semplicemente lanciato di recente sulla blockchain Flow di Dapper Labs. Attraverso la sua partnership con Dapper Labs, il team che ha aperto la strada ai giochi crittografici come Crypto Kitties, Binance USD dovrebbe aprire le porte agli sviluppatori che cercano di creare applicazioni DeFi basate su stablecoin. Il BUSD è anche molto popolare su Binance Smart Chain, che è una blockchain abilitata per contratti intelligenti progettata per accelerare lo sviluppo dei protocolli DeFi.

Grazie al dominio del mercato di Binance, BUSD ha avuto uno dei tassi di crescita più esplosivi, con una capitalizzazione di mercato che è cresciuta da circa 20 milioni all’inizio dell’anno al suo attuale valore superiore a $ 500 milioni.

TrueUSD (TUSD)

Mentre Tether è criticato per la sua gestione centralizzata e la mancanza di trasparenza, TrueUSD afferma di fare esattamente l’opposto. TrueUSD è uno stablecoin ancorato all’USD basato sulla piattaforma TrustToken e afferma di funzionare su un codice etico trasparente che fornisce al pubblico una prova in tempo reale dei fondi archiviati in un conto bancario depositato.

Nemmeno il team di TrueUSD ha accesso al conto di deposito a garanzia, poiché al posto di un team di gestione, vengono messi in atto contratti intelligenti per aiutare a mantenere il legame tra il dollaro USA e la moneta TUSD a 1: 1.

Nel marzo dello scorso anno, TrustToken collaborato con una società di revisione sviluppare un cruscotto che consenta a terzi di visualizzare il TUSD in circolazione con i fondi fiat garantiti.

Oltre a TrueUSD, la piattaforma TrustToken ospita anche stablecoin supportati da altro valute nazionali tra cui la sterlina britannica, il dollaro australiano, il dollaro canadese e il dollaro di Hong Kong. Tutti sono stati lanciati nel 2019 e sono per lo più negoziati attivamente su Uniswap, uno scambio decentralizzato che ospita una varietà di protocolli DeFi.

Parte seconda: progetti ancorati ad altre valute nazionali

Stablecoin XSDG

Il 5 ottobre, Xfers, una società di pagamenti con sede a Singapore, ha lanciato uno stablecoin XSGD ancorato al dollaro di Singapore. Come il primo token denominato in dollari di Singapore, i creatori di XSDG si aspettano che la moneta fornirà sia alle aziende che ai privati ​​un mezzo di esposizione all’industria delle criptovalute.

Per garantire un facile accesso, il token può essere ritirato e negoziato liberamente, anche con portafogli non custoditi. Inoltre, dato che la stablecoin afferma di essere conforme alla Financial Action Task Force regola di viaggio, le istituzioni finanziarie possono utilizzarlo anche per i trasferimenti di denaro transfrontalieri. Come la maggior parte delle stablecoin, il team dietro XSGD sta spingendo per l’adozione del token all’interno dell’ecosistema DeFi, attualmente disponibile su Ziliswap come token ERC-20.

Parlando con Cointelegraph, Aymeric Salley, che dirige il progetto, ha dichiarato: “Ora è il momento di far emergere le stablecoin ancorate ad altre valute nazionali come il dollaro di Singapore”.

Storia (SGA)

Saga, una società blockchain con sede nel Regno Unito, ha lanciato un’alternativa stablecoin a Libra di Facebook alla fine del 2019. Simile a Libra, SGA mantiene il suo valore stabile essendo legato a un paniere di valute nazionali. Ciò che distingue Saga dalla proposta Libra è che il valore del token SGA è ancorato ai depositi bancari nei diritti speciali di prelievo del Fondo monetario internazionale. I diritti speciali di prelievo del FMI sono un paniere di attività fortemente ponderate in dollari USA, euro, yuan cinese, sterlina britannica e yen giapponese.

Inoltre, a differenza di Libra, Saga non trarrà profitto dalla stablecoin, sebbene agirà come l’emittente principale del token. Mentre parlava alla CNBC, il fondatore di Saga Ido Sadeh Man disse che l’obiettivo della stablecoin è di agire come valuta complementare per i pagamenti transfrontalieri, in quanto i consumatori la utilizzerebbero per effettuare un pagamento su piattaforme di e-commerce come Amazon. A causa della sua mancanza di chiarezza normativa, Saga non è attualmente disponibile negli Stati Uniti e in Israele.

EURS

Sostenuta dall’euro, la stablecoin EURS è emessa da Stasis, una società legata alla blockchain che mira a tokenizzare gli asset tradizionali. La società afferma di riunire vari intermediari finanziari autorizzati, comprese società di contabilità e studi legali, per garantire la conformità e la stabilità delle sue risorse tokenizzate.

La stablecoin EURS è stata lanciata a giugno 2018. Basata sullo standard EIP-20 semplificato di Ethereum, EURS è stata la prima stablecoin sostenuta da euro e si vanta anche di fornire trasparenza continua attraverso le dichiarazioni giornaliere dei suoi fornitori di liquidità. Finora, EURS lo ha fatto rilasciato quasi 32 milioni di monete, con un volume di scambi giornaliero leggermente superiore al valore di 1 milione di dollari.

moneri

Monerium è una società fintech fondata nel 2015 che spera di semplificare l’accesso alle valute digitali. L’azienda lanciato la sua prima stablecoin a gennaio 2019 dopo un seed round da 2 milioni di dollari guidato da Crowberry Capital, con la partecipazione di ConsenSys e Hof Holdings.

La valuta digitale di Monerium è progettata in modo tale che l’equivalente digitale delle principali valute legali venga emesso ai clienti che possono personalizzare il loro paniere di valute. Monerium afferma di decentralizzare la finanza consentendo standard normativi e tecnici aperti per supportare la sua stablecoin. Attualmente, i servizi di Monerium lo sono a disposizione in sei paesi: Regno Unito, Germania, Danimarca, Francia, Lituania e Svezia.

Le stablecoin possono superare le altre valute?

L’aumento segnalato dell’offerta complessiva di stablecoin ha lasciato confusi molti osservatori del mercato. Se le analisi di Coin Metrics sono qualcosa su cui basarsi, il 20 aprile è stata la prima volta che il numero di stablecoin in circolazione ha superato il Marchio di $ 9 miliardi. Alcuni analisti discutere che l’aumento dell’offerta di stablecoin è un segnale rialzista poiché le persone proteggono le loro posizioni. Altri credono che sia un segnale ribassista di persone che escono dallo spazio crittografico.

Tuttavia, questa crescita delle stablecoin arriva in un momento in cui varia giurisdizioni stanno anche iniziando a riscaldarsi all’idea di creare le proprie stablecoin. Mentre continuano le richieste di tokenizzare gli asset tradizionali, i nuovi arrivati ​​nel mercato delle stablecoin, come XSDG Stablecoin, sono destinati a diventare un luogo comune.

Con una maggiore volatilità, più sviluppatori terranno d’occhio gli sviluppi in atto tra le stablecoin per creare innovazioni finanziarie che mitighino la volatilità. La domanda ora è se le stablecoin come Tether oscureranno l’utilità di Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute come protocolli di pagamento transfrontalieri, così come le valute legali a cui sono ancorate.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here