Un sondaggio di Grayscale Investments indica che la pandemia COVID-19 ha aumentato l’appetito degli investitori per Bitcoin (BTC).

Fonte: Investimenti in scala di grigi.

L’azienda ha intervistato 1.000 consumatori statunitensi di età compresa tra 25 e 64 anni coinvolti in investimenti personali di $ 10.000 o più in beni investibili delle famiglie. Il sondaggio è stato condotto tra giugno e luglio 2020. Il 63% degli intervistati che aveva investito in Bitcoin nei quattro mesi precedenti ha affermato che la pandemia ha avuto un impatto sulla loro decisione. Inoltre, il 39% ha trovato Bitcoin più attraente a causa della pandemia. Solo il 13% ha affermato che gli eventi che circondano COVID-19 hanno reso la risorsa meno desiderabile:

“Secondo gli intervistati, Bitcoin sembra condividere alcuni attributi con investimenti rifugio. La scarsità di Bitcoin, la natura verificabile, la mancanza di correlazione con i mercati globali e il fatto che non sia controllato da organizzazioni governative sono attributi che rendono Bitcoin simile ai tradizionali investimenti in un rifugio sicuro “.

Questo sembra supportare Lo status di Bitcoin come bene rifugio, come ipotizzato da molti analisti. Secondo i risultati del sondaggio, l’interesse per Bitcoin come investimento sembra aumentare di pari passo con il livello di istruzione. Pertanto, solo il 17% degli intervistati senza una laurea aveva un interesse nell’attività, mentre il 29% dei titolari aveva una laurea.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here