L’Australian Securities Exchange, o ASX, ha ritardato il suo passaggio alla blockchain per la terza volta, citando complicazioni dovute a COVID-19 e feedback aggiuntivi da parte delle parti interessate.

Secondo un aggiornamento del 28 ottobre da ASX, lo scambio è ufficialmente ritardato il lancio dell’infrastruttura DLT (Distributed Ledger Technology) per sostituire il suo attuale sistema per l’elaborazione delle transazioni azionarie. ASX rilascerà ora il progetto – la sostituzione per il sistema elettronico di sottoregistrazione (CHESS) di Clearing House – nell’aprile 2023, una spinta di un anno dal suo calendario più recente.

Lo scambio ha citato una serie di ragioni per il cambiamento, tra cui l’attuale pandemia e modifiche accomodanti richieste dalle parti interessate, come test di settore extra. L’ASX ha affermato che i leader del settore hanno richiesto ulteriore capacità di elaborazione post-negoziazione data la volatilità dei volumi di scambio in borsa durante COVID.

Secondo l’exchange, il nuovo obiettivo è quello di “scalare a livelli di lavorazione molto più elevati” per accogliere volumi di scambio più elevati: a marzo 2020 ci sono stati circa 3,5 milioni di scambi in più rispetto all’anno precedente. Cointelegraph ha riferito il 1 ° ottobre che il file ASX intendeva triplicare la capacità del suo sistema DLT pianificato.

“È chiaro che COVID-19 continua ad avere un impatto sull’intero settore, incluso ASX, e questo ha evoluto ciò che i nostri stakeholder vogliono dal sistema di sostituzione di CHESS”, ha affermato Dominic Stevens, CEO di ASX.

“Di conseguenza, abbiamo ampliato la portata del progetto e esteso la tempistica.”

Questa ultima modifica dell’orario segna il terzo rinvio che ASX ha annunciato nel 2020. A marzo, lo scambio ha dichiarato che lo avrebbe spingere il suo interruttore su blockchain ad aprile 2021. A luglio, a seguito delle consultazioni sul lancio, il ASX ha esteso la linea temporale al 2022. Gli utenti del sistema SCACCHI esistente hanno fatto pressioni per ritardare il lancio del sistema blockchain di ASX, con alcuni che hanno detto che il passaggio “mancava di chiarezza”.

ASX, una delle prime grandi borse a impegnarsi a utilizzare la DLT, ha lavorato alla transizione alla blockchain da dicembre 2017. Il exchange ha rilasciato il primo codice per il suo strumento di sviluppo di app basato sulla tecnologia blockchain nel maggio 2019. Nell’ottobre 2019, la filiale australiana dell’operatore di mercato Chi-X – all’epoca l’unico concorrente di ASX – ha chiesto ai regolatori presso la Australian Competition and Consumer Commission per indagare sui possibili effetti della tecnologia blockchain sulle attività di trading.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here