In un panel la scorsa settimana per la London Bullion Market Association, il fondatore e CEO di Paxos Charles Cascarilla ha discusso della crescita del token ERC-20 di Paxos, PAXG, e del futuro della tokenizzazione degli asset più in generale – un futuro che potrebbe benissimo coinvolgere il suo azienda recentemente annunciata integrazione con il gigante finanziario PayPal.

Parlando insieme al direttore della gestione del prodotto di Fidelity Labs Raghav Chawla e Sakhila Mirza di LBMA, Cascarilla detto spettatori che un gettone d’oro supportato da risorse fosse una scelta naturale per la visione di Paxos:

“È stata davvero una cosa molto logica per noi lanciare un gettone d’oro dato quello che stiamo cercando di fare a Paxos, che è essere un’infrastruttura per il sistema finanziario basato su blockchain, il sistema finanziario più aperto che pensiamo sarà destinato a evolvere da quello in cui ci troviamo ora. ”

Ha menzionato una serie di inconvenienti che limitano l’utilità sia dell’oro fisico che delle attività garantite dall’oro scambiate sui mercati tradizionali, inclusi orari di mercato limitati e costi di attrito elevati inerenti allo scambio di lingotti fisici.

A causa della loro liquidità, trasferibilità e disponibilità superiori nei mercati 24 ore su 24, Cascarilla vede l’oro tokenizzato e altre attività come il futuro.

“La realtà è che, credo, questa tendenza è davvero una tendenza inevitabile su dove si troveranno gli asset”, ha detto parlando delle materie prime sulla catena.

Tuttavia, uno dei principali ostacoli si frappone: costruire “intertia” verso l’adozione.

Ad oggi, Paxos ha tokenizzato $ 75 milioni in oro, o 37.000 once, solo una frazione del mercato globale dell’oro stimato in $ 7,3 trilioni. Cascarilla osserva che l’adozione diffusa è rallentata dai passaggi prerequisiti: deve prima scegliere di adottare la blockchain, quindi allo stesso modo scegliere l’oro come risorsa da portare a catena.

Crede, tuttavia, che un moltiplicatore da 5 a 10 in AUM, portando il mercato totale dell’oro tokenizzato sopra $ 1 miliardo, è dove il mercato per le risorse tokenizzate inizierebbe davvero a “cuocere con il fuoco”.

Inoltre, Cascarilla pensa che potrebbe accadere presto:

“Alcune delle partnership che abbiamo in cantiere saranno in grado di portare l’oro digitale a centinaia di milioni, se non miliardi, di persone, entro i prossimi 18 mesi … Penso che la curva di adozione per entrambi gli asset basati su blockchain, ma in particolare l’oro, sono molto, molto brillanti, ed è lì che sarà il futuro “.

Sebbene Cascarilla non abbia menzionato PayPal come uno dei partner, i commentatori hanno ipotizzato che l’integrazione Paxos / Paypal potrebbe essere il porta verso l’adozione di massa per le criptovalute – e se un colosso come PayPal dovesse offrire l’accesso alle risorse tokenizzate, potrebbe essere il prossimo in linea.

E, nonostante cosa insetti d’oro come Peter Schiff sono stati sostenitori, Cascarilla crede che l’oro, in particolare, lo farà avere da digitalizzare per competere con Bitcoin.

“Avere una risorsa fisica al portatore ha solo tanta utilità nel mondo di oggi.”