La Cryptocurrency Open Patent Alliance, o COPA, guidata dalla società finanziaria Square, ha recentemente scelto Coinbase come partecipante fondamentale. Square ha svelato il gruppo a settembre come metodo per scongiurare l’eccesso di brevetto, un problema noto per limitare il progresso tecnologico.

Il consulente senior di Coinbase e il membro del consiglio di COPA Brittany Cuthbert disse in una dichiarazione pubblica dell’alleanza venerdì:

“Poiché l’economia crittografica continua a crescere, riteniamo che sia importante aiutare tutti i progetti che si sviluppano verso un sistema finanziario aperto. […] Non vediamo l’ora di lavorare insieme ai membri del COPA per creare uno scudo brevettuale fondamentale per il nostro settore “.

Durando 20 anni, i brevetti rivendicano essenzialmente innovazioni ritenute proprietarie, impedendo ai concorrenti di produrre prodotti o servizi simili o di utilizzare determinate tecnologie. Sebbene la tecnologia open source sia un tema comune nel settore delle criptovalute e della blockchain, varie entità hanno rivendicato brevetti per alcuni progressi nello spazio, inclusi Block.one e Samsung.

La dichiarazione ha ulteriormente spiegato:

“Il COPA crede che il successo della criptovaluta dipenda dal fatto che la comunità si riunisca per costruire e sviluppare sulle tecnologie esistenti per innovare, cosa che non è possibile quando le parti legano la tecnologia fondamentale in brevetti e contenziosi”.

I brevetti hanno utilità nel mondo, ritiene COPA, sebbene i confini possano essere superati, portando a problemi. “Mentre i brevetti possono a volte essere utili per scopi difensivi, l’uso offensivo e fuorviante dei brevetti minaccia la crescita e l’adozione di tecnologie emergenti come le criptovalute”, si legge nella dichiarazione. “Si teme che il ‘blocco dei brevetti’ delle tecnologie fondamentali per le criptovalute da parte di pochi eletti soffocerà l’innovazione e scoraggerà l’adozione di massa”.

Circa 12 anni fa, lo pseudonimo di Bitcoin (BTC) creatore Satoshi Nakamoto pubblicato il loro ormai famigerato white paper. La rivoluzione che è seguita è stata probabilmente resa possibile in parte dalle basi open source della tecnologia delineata.

“Il COPA cerca di rendere la tecnologia di base sulla criptovaluta disponibile per tutti da utilizzare liberamente e affronta la preoccupazione del blocco dei brevetti utilizzando un duplice approccio”, afferma la dichiarazione.

COPA attualmente vanta 18 membri: Square, Coinbase, Blockstream, Kraken e altri 14. I membri rispettano un codice, che include l’astensione dall’usare “i loro brevetti crittografici contro chiunque, tranne che per ragioni difensive”.