Il Chicago Mercantile Exchange, o CME, ha recentemente annunciato l’intenzione di aggiungere Ethereum (ETH) alla sua offerta – tre anni dopo il lancio di Bitcoin (BTC) futures. Lo sviluppo del mercato ha influito sulla decisione della borsa di espandersi.

“Da quando abbiamo lanciato il CME CF Ether-Dollar Reference Rate e l’indice in tempo reale nel 2018, c’è stata una crescita significativa delle transazioni ether e una maggiore richiesta da parte dei clienti di strumenti per gestire il rischio di prezzo”, ha detto a Cointelegraph un rappresentante CME.

Simile al tasso di riferimento Bitcoin di CME, il Tasso di riferimento CF Ether-Dollar e l’indice in tempo reale mostrano essenzialmente il prezzo di mercato di ETH. “Come per qualsiasi nuovo prodotto o servizio, abbiamo deciso di lanciare i futures Ether sulla base di una forte domanda dei clienti e di un’esigenza chiaramente articolata”, ha affermato il rappresentante. “La quotazione dei futures Ether su una borsa valori regolamentata e collaudata nel tempo aiuterà a creare una curva forward per gli investitori per coprire la loro esposizione nel mercato cash.”

Il CME ha fatto l’annuncio il 16 dicembre, rilevando piani per l’ingresso sul mercato del prodotto nel febbraio del 2021. La regolamentazione, tuttavia, è ancora nell’equazione. “Siamo impegnati con la CFTF [Commodity Futures Trading Commission] e attualmente intendono certificare all’inizio del primo trimestre “, ha detto il rappresentante CME.

Il prodotto per il trading di futures su Bitcoin del CME ha colpito il mercato il 17 dicembre 2017, poco più di tre anni fa. Lo scambio quindi ha lanciato il trading di opzioni Bitcoin all’inizio del 2020. Entrambi i prodotti hanno ricevuto numeri di volume notevoli e attenzione.