Diverse istituzioni finanziarie in Russia hanno espresso interesse a testare la valuta digitale della banca centrale del paese, o CBDC.

Secondo un 16 ottobre rapporto dall’agenzia di stampa locale Izvestia, almeno cinque banche russe sono interessate a prendere parte ai piloti russi non pubblici del rublo digitale nella prima metà del 2021.

L’elenco delle banche include Promsvyazbank sostenuta dallo stato, la banca di credito di Mosca, la banca commerciale Zenit, la banca ipotecaria Dom.RF e la banca commerciale nazionale russa della Crimea. Come riportato, quest’ultimo vuole essere attivamente coinvolto nei primi progetti pilota al fine di fornire alla Crimea le “tecnologie bancarie più innovative”.

Secondo il rapporto, la banca centrale sta considerando l’utilizzo del rublo digitale per distribuire stipendi e benefici una volta che la valuta sarà stata adottata pubblicamente. Secondo quanto riferito, la Banca di Russia ha affermato che gli utenti saranno in grado di archiviare e trasferire la prossima valuta digitale attraverso un “analogo di una carta bancaria”. Per accettare il rublo digitale, i commercianti dovranno “riconfigurare i terminali di pagamento”, osserva il rapporto.

Anatoly Aksakov, membro della Duma di Stato russa e rappresentante chiave degli sforzi legislativi russi relativi alle criptovalute, ha affermato che la Russia è pronta ad adottare la valuta digitale in termini di aspetti tecnologici e legali. Secondo quanto riferito, il funzionario ha affermato che i primi progetti pilota del rublo digitale dovrebbero essere lanciati nel 2021 dopo che la legge russa “sugli asset finanziari digitali” è stata adottata il 1 ° gennaio.

La notizia arriva poco dopo la banca centrale russa ha confermato ufficialmente i suoi piani emettere un CBDC pubblicando un documento di consultazione sul rublo digitale il 13 ottobre. La banca ha affermato che il rublo digitale sarà un’ulteriore forma di denaro insieme al contante.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here