Il co-fondatore e managing partner di Electric Capital, Avichal Garg, è convinto che l’unico modo per gli Stati Uniti di mettersi al passo con la Cina nella guerra della valuta digitale sia abbracciare la criptovaluta incentrata sulla privacy.

Secondo Garg, i cinesi sono già molto più avanti degli Stati Uniti nella corsa alla valuta digitale: il loro DCEP, o pagamento elettronico in valuta digitale, dovrebbe essere lanciato entro la fine dell’anno. Questo è il motivo per cui sviluppare un dollaro digitale statunitense potrebbe non essere sufficiente per competere, dato il tempo necessario per svilupparlo.

“Il sistema cinese […] sarà sul mercato per 5-10 anni prima che gli Stati Uniti pubblichino la propria alternativa “.

Invece di sviluppare il proprio prodotto, sostiene Garg, il governo degli Stati Uniti dovrebbe supportare iniziative di stablecoin già consolidate basate su USD come USDT.

Allentando la regolamentazione attorno a queste stablecoin – che sono ancorate al dollaro USA e sono sotto la giurisdizione degli Stati Uniti – gli Stati Uniti saranno in grado di utilizzarle come proxy per competere con la Cina sul mercato delle valute digitali.

“In 12-24 mesi, penso che potrebbero fondamentalmente dare il via libera a tutti questi dollari ibridi crittografici.”

Tuttavia, Garg è convinto che gli Stati Uniti rischiano di essere sconfitti se competono con la Cina solo dal punto di vista tecnologico. In definitiva, per ottenere una copertura competitiva, gli Stati Uniti devono offrire ciò che un regime autoritario come la Cina non può offrire, ovvero una valuta digitale incentrata sulla privacy e resistente alla censura.

Per fare ciò, gli Stati Uniti dovrebbero unire le forze con la comunità crittografica e potenziare quelle reti crittografiche che codificano i valori democratici.

“Il modo migliore per loro [the U.S] competere significa abbracciare effettivamente le migliori caratteristiche della criptovaluta e spingerle davvero come una sorta di strumento offensivo contro i cinesi “.

Per guardare l’intervista completa, dai un’occhiata al nostro canale Youtube e non dimenticare di iscriverti!



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here