I più grandi eventi in DeFi di questa settimana hanno coinvolto tutti Yearn.finance, il protocollo di ottimizzazione della produzione agricola. Ho coperto il primo, Pickle Finance, nella mia ultima puntata.

Da allora, abbiamo visto integrazioni con Cream Finance, un protocollo di prestito simile a Compound; Protocollo di copertura, un file fornitore di assicurazioni che ha recentemente pagato gli utenti per l’hack Pickle; Akropolis, un altro protocollo che si occupa principalmente dell’ottimizzazione del rendimento; e come il più significativo di tutti, SushiSwap, il scambio decentralizzato nato come parassita Uniswap.

L’ecosistema Yearn ora include tutti i principali elementi costitutivi della DeFi (rendimento, prestito, scambio di asset), soprattutto grazie alle integrazioni Cream e SushiSwap.

Ma sono sicuro che molti avranno domande su cosa sta succedendo qui. Come possono esserci fusioni tra protocolli decentralizzati? Chi decide su di loro? Sono vere e proprie fusioni?

Il confronto con una fusione aziendale

Penso che la chiave per comprendere questi eventi sia guardare a ciò che accade durante una tradizionale fusione aziendale.

Da un punto di vista pratico, due società si fondono per ragioni abbastanza ovvie. Per le fusioni orizzontali, di solito si tratta di espandere la quota di mercato totale e consolidare lo sviluppo. Pensa alla fusione di Fiat-Chrysler con il gruppo Peugeot-Citroen, oa qualsiasi altra fusione di società automobilistiche: le loro auto diventano praticamente le stesse dopo l’unione.

Una fusione verticale unisce invece diverse aziende in uno stack integrato verticalmente, ad esempio Disney si è unita alla ABC negli anni ’90. I loro prodotti sono solitamente diversi, ma possono comunque far parte della stessa catena di fornitura, beneficiando così dell’essere combinati come parte di un’unica azienda.

Abbiamo visto entrambi i tipi nelle cinque fusioni di Yearn. Akropolis e Pickle Finance sono molto simili alle fusioni di società automobilistiche. I protocolli assorbiti costruiranno le loro “auto” (strategie di rendimento) sulla piattaforma di Yearn, rendendole funzionalmente uguali. Al massimo dovrebbero esserci alcune differenze di gusto, simili a come un’Audi si rivolge a una nicchia diversa nonostante di solito abbia la stessa piattaforma di una Volkswagen. Forse le strategie di Pickle avranno un rischio maggiore di quelle di Yearn?

La fusione verticale è ciò che abbiamo visto con Cover, Cream e SushiSwap. Qui vediamo sinergie piuttosto chiare tra Yearn e ciascuno di questi protocolli. Le strategie di rendimento di Yearn ora useranno il prestito Cream per entrare in posizioni con leva e, se hanno bisogno di scambiare alcuni token, useranno SushiSwap. Infine, Cover fornirà un’assicurazione su questi prodotti per chi lo desidera.

Ma il fatto è che queste integrazioni di prodotti non sono sufficienti per costituire da sole una fusione. Ad esempio, Renault e Nissan lo sono state condivisione tecnologia per l’intero 21 ° secolo senza entrare formalmente in una fusione.

Una fusione vera e propria richiede o la creazione di una nuova società integrata in cui gli azionisti esistenti vengono aggregati o, per lo meno, una società “acquista” tutte le azioni circolanti dell’altra scambiandole con le proprie. Solo l’integrazione di SushiSwap si avvicina in qualche modo a questa definizione.