“Il mio primo pensiero è stato che doveva essere stato violato”, ha detto Hoskinson, riflettendo sull’apertura di un’e-mail che ha ricevuto da David Barrett, CEO di Expensify, esortandolo a votare per Joe Biden:

Fonte: Twitter.

Hoskinson in seguito scoprì di non essere l’unico destinatario dell’e-mail presso IOHK, ma piuttosto faceva parte di una massa di e-mail inviata a tutti i dipendenti della sua azienda. Hoskinson ricordava di aver utilizzato Expensify, una piattaforma che fornisce alle aziende strumenti di gestione delle spese, nei primi giorni di IOHK, ma non poteva ricordare immediatamente se lo stavano ancora utilizzando. Lui menzionato in una diatriba YouTube di 10 minuti:

“Non credo che nella storia del fare affari – io che faccio affari – ho mai ricevuto da un’azienda affermata che è un fornitore di servizi così vicino all’ora delle elezioni, un’e-mail non richiesta che chiede ai nostri dipendenti di votare per un candidato politico. “

Ha anche detto che se si scopre che IOHK è ancora un cliente di Expensify, non ci vorrà molto: intende recidere i legami con la società e trovare un nuovo fornitore.

Anche se questo caso può ricordare la recente controversia circostante Il desiderio di Brian Armstrong di eliminare Coinbase dal discorso politico, ci sono differenze importanti. Hoskinson ha sottolineato che all’interno di IOHK sostiene completamente il pluralismo e la libertà di espressione. Ha detto che non ha mai provato a prescrivere una particolare ideologia ai suoi dipendenti o clienti:

“Non m’importa se lavori per me come impiegato terzista se hai la schiuma alla bocca, comunista, solo impazzito e stordito negli occhi – camicia di Che Guevara e tutto il resto. O se sei un libertario irriducibile, cripto-anarchico, non mi importa. “

Ha detto che gli interessa solo come le persone possono contribuire all’azienda. Ha indicato che in passato alcuni dipendenti avevano chiesto il suo permesso di condividere pubblicamente le loro opinioni su vari argomenti e lui avrebbe sempre acconsentito. In questo senso, IOHK è “apolitico”:

“E ricorderò ai nostri dipendenti, appaltatori e clienti che lavorano con noi che siamo apolitici in questo senso. Apprezziamo la diversità di pensiero. Diamo il benvenuto alle persone che condividono le loro opinioni “.

Hoskinson ha anche notato che, sebbene a volte abbia espresso pubblicamente le sue opinioni sulla politica, usa sempre i suoi canali di social media personali e non ha mai considerato di dire ai suoi dipendenti come dovrebbero votare. Ha inoltre rivelato che la sua azienda non ha mai dato un contributo a nessuna campagna politica. Ha inoltre affermato che il comportamento di Barrett potrebbe essere in violazione delle leggi sul finanziamento della campagna:

“Spero davvero che qualcuno contatti la Commissione elettorale federale su questo perché sembra un contributo in natura quando un CEO prende le loro mailing list aziendali e decide di utilizzare quelle liste per sostenere un particolare candidato politico. Non sono un sostenitore di Trump. In molte occasioni l’ho chiamato Orange Goblin, né sono un sostenitore di Biden “.

Per Barrett, questa non è stata una decisione ad hoc guidata da emozioni fugaci. La sera prima, lui ha dato un’ampia intervista a Protocol per giustificare la sua posizione:

“Penso che sia facile giustificare il farsi da parte. Ma credo che mettersi da parte e non fare nulla sia un avallo dello status quo. Non è scegliere di non partecipare, è prendere posizione in difesa dello status quo. “

Sebbene Hoskinson e Barrett possano essere fortemente in disaccordo sull’argomento, entrambi sembrerebbero in disaccordo Il marchio di apoliticismo di Armstrong.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here